Consulenza gratuita

800 901 900

Se vuoi chiamiamo noi

Banca d'Italia

a cura di
Guido Bertolino

La Banca d'Italia, nota anche come Bankitalia, è la banca centrale della Repubblica Italiana nata nel 1893 come società per azioni dalla fusione della Banca nazionale nel Regno d'Italia, della Banca nazionale toscana e della Banca toscana di credito.

Secondo quanto indicato dall'Art.20 del R.D. (n.375 del 12 marzo 1936), la Banca d'Italia non è una società per azioni di diritto privato ma un istituto di diritto pubblico; persegue, quindi, fini di pubblica utilità e gode del rapporto di sovraordinazione degli enti statali sui soggetti privati, fra i quali vige tipicamente un rapporto di equiordinazione: difatto, le decisioni dell'istituto risultano vincolanti per le banche.

Le attività di vigilanza e la regolazione dell'offerta di moneta, inoltre, avvengono nell'interesse economico generale, che può differire notevolmente da quello dei soci proprietari. Lo status giuridico di ente pubblico esclude la possibilità di fallimento della Banca d'Italia e, tramite il suo intervento nei casi di crisi, la possibilità di fallimento delle banche private, garantendo quindi la stabilità dell'intero sistema bancario italiano.

Lo statuto della Banca contempla i seguenti organi: l'assemblea generale dei partecipanti, il consiglio superiore, composto di 14 membri, il comitato del consiglio, il direttorio ed il governatore, quest'ultimo nominato dal Consiglio dei ministri su proposta del consiglio superiore. Il mandato del governatore e dei membri del direttorio, precedentemente a tempo indeterminato, è stato fissato dalla L. 262 del dicembre 2005 in sei anni ed è rinnovabile una sola volta; quest'ultimo provvedimento si è reso necessario in seguito allo scandalo finanziario che vide coinvolto l'ex-governatore di Bankitalia Antonio Fazio, al quale sono succeduti Mario Draghi (attuale presidente della BCE - Banca Centrale Europea) e Ignazio Visco, in carica dal 2011.

Dal 1998, insieme agli altri 26 Paesi membri dell'Unione Europea, fa parte del SEBC (Sistema Europeo delle Banche Centrali); con la costituzione della BCE e l'adozione dell'euro da parte dell'Italia, la Banca ha perso il controllo diretto della politica monetaria e del cambio, con un conseguente ridimensionamento delle competenze.

Maggiori informazioni su Banca d'Italia

Trova il tuo mutuo

valle d'aosta veneto umbria trentino alto adige toscana sicilia sardegna puglia piemonte molise marche lombardia liguria lazio friuli venezia giulia emilia romagna campania calabria basilicata abruzzo
Per conoscerci meglio
Il servizio
Diventa un esperto
Seguici su...
© 2010-2014 FairOne S.p.A. - P. IVA 06936210969
Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM - Banca Italia n. M215
MutuiSupermarket.it è un servizio a Impatto Zero ©
Richiesto – Calcolalo ora