Mutuo Agevolato LR 32 85 Tasso Fisso

Mutui Banco di Sardegna
Mutui Banco di Sardegna
Cambia preventivo
Importo mutuo
Durata
Valore immobile

Banco di Sardegna: Mutuo Agevolato LR 32 85 Tasso Fisso


Rata e TAEG
571,90 - 2,12%
Calcolati per richiedente di 35 anni, impiegato a Cagliari, importo mutuo € 120.000, durata 25 anni, valore immobile € 220.000
Calcola il tuo preventivo personalizzato
I Vantaggi
Ampia offerta polizze facoltative
Ampia rete filiali
Per chi è pensato
Il mutuo è rivolto a soggetti, residenti in Sardegna, in possesso dei seguenti requisiti:
a) reddito familiare annuo non superiore a € 46.063,90 con eccezione degli interventi di recupero e di acquisto con recupero di abitazioni situate nei “centri storici” o nei “centri matrice;
b) cittadinanza europea o di stato extracomunitario purché in regola con le disposizioni in materia di immigrazione e soggiorno;
c) aver dimorato in Sardegna, con residenza anagrafica, continuativamente da oltre un quinquennio;
d) non titolarità di diritti di proprietà, usufrutto, uso o abitazione su alloggio adeguato nel territorio della Sardegna nei tre anni precedenti la data di presentazione della domanda alla Regione;
e) non aver già beneficiato di agevolazioni pubbliche, in qualunque forma concesse, per l’acquisto, la costruzione o il recupero di abitazioni.
I requisiti soggettivi dei richiedenti sono in particolare disciplinati nell’art. 4 dell’Avviso Pubblico citato.
Il richiedente alla fine del finanziamento non dovrà avere superato i 75 anni.
Finalità consentite
Acquisto prima casa
Costruzione
Ristrutturazione casa
Tipo prodotto
Tasso Fisso
Importo finanziabile
Massimo 80% del valore dell’immobile.

L’importo massimo finanziabile è pari a € 120.000 (tale importo massimo non può essere superiore all’80% del valore ovvero del costo di acquisto/realizzazione dell’immobile).
Durate previste
10, 15, 20, 25, 30 anni
Calcolo tasso
Il tasso di interesse nominale annuo (tasso di riferimento) è relativo alla somma del Rendistato, rilevato il secondo mese antecedente la stipula del contratto (rilevato e pubblicato dalla Banca d’Italia) e della commissione annua onnicomprensiva pari allo 0,88% per l’anno 2018 (determinata dal Ministero Del Tesoro per le operazioni di credito fondiario).

Per il mese di luglio il tasso è pari a 2,38%.

Il tasso di interesse calcolato come sopra descritto, determinato alla stipula del contratto, viene decurtato in base ai requisiti posseduti dal beneficiario.
Dettaglio spese iniziali
Istruttoria € 0,20% del capitale mutuatoPerizia per immobili ultimati € 254,16 (IVA inclusa)Perizia per immobili in costruzione per finanziamenti fino a € 150.000,00 € 250,00
Dettaglio spese ricorrenti
€ 0,90 recupero spese per invio comunicazioni periodiche sull’ultima rata di ogni anno
€ 0,75 recupero spese per invio quietanza (in forma cartacea)
€ 5,00 per l’invio del sollecito di pagamento
Assicurazioni
Polizza incendio/scoppio obbligatoria per legge (non necessariamente sottoscritta con il nostro istituto)
Nessuna altra copertura assicurativa obbligatoria
Penale per estinzione anticipata
Nessuna
Garanzie richieste
Ipoteca di primo grado sull’immobile oggetto del finanziamento.
Istante erogazione
Erogazione contestuale all'atto, salvo verifica sulla singola pratica
Note
Acquisto Prima Casa, costruzione e ristrutturazione di un immobile di prima abitazione.
L’agevolazione consiste nella riduzione del tasso bancario di interesse, per 26 semestralità per i mutui trentennali e venticinquennali, per 20 semestralità per i mutui ventennali e quindicennali o per 14 semestralità per i mutui decennali:
a) nella misura del 50% per i percettori di reddito annuo fino a € 27.638,34;
b) nella misura del 30% per i percettori di reddito annuo superiore a € 27.638,34 e fino a 46.063,90;
c) nella misura del 50% per i percettori di reddito annuo superiore € 46.063,90 e per interventi di recupero e di acquisto con recupero di abitazioni situate sia nei “centri storici” o nei “centri matrice”.
Negli interventi di acquisto con recupero, la quota di mutuo destinata all'acquisto è ammessa entro il limite del 50 per cento di quella destinata al recupero;
d) nella misura del 70% per i percettori di reddito annuo fino a € 46.063,90 per i mutui contratti dalle famiglie di nuova formazione “giovani coppie”, ovvero a favore di interventi di recupero e di acquisto con recupero di abitazioni situate nei “centri storici” o nei “centri matrice”. A tal fine costituiscono “giovane coppia” coloro i quali abbiano contratto matrimonio o costituito unione civile non oltre i tre anni antecedenti la domanda di agevolazione presentata alla Regione, ovvero intendano contrarre matrimonio o costituire unione civile entro un anno dalla data di presentazione della domanda stessa. In alternativa il contributo regionale può essere riconosciuto per una quota massima del 10%, non eccedente € 10.000, dell’importo del mutuo originariamente richiesto quale contributo a fondo perduto, oltre alla riduzione del tasso bancario di interesse nella misura del 50% sulla residua quota dello stesso importo di mutuo.

La concessione del Mutuo Agevolato è subordinata al rilascio del nulla osta da parte della Regione Sardegna.

Il mutuo è stipulato sotto forma di atto pubblico ed è garantito da ipoteca sul bene immobile costituito dalla prima casa di abitazione.
Il cliente è tenuto a rimborsare il mutuo con il pagamento periodico di rate semestrali (aventi scadenza 31 dicembre e 30 giugno di ogni anno) comprensive di capitale e interessi.

Maggiori dettagli sull’Avviso Pubblico sono disponibili sul sito Internet della Regione Autonoma della Sardegna, alla sezione dedicata.


La concessione del Mutuo Agevolato è subordinata al rilascio del nulla osta da parte della Regione Sardegna.

Condizioni valide, per effetto della convenzione con la Regione Autonoma della Sardegna, per mutui stipulati dal 01/04/2018 al 30/04/2018.



Avvertenza: il preventivo riportato è aggiornato a oggi lunedì 20 agosto 2018 e è stato calcolato sulla base dei dati forniti dalla Banca e dei valori dei tassi Euribor e IRS fonte Il Sole 24 Ore ed è da intendersi come di carattere meramente indicativo e non impegnativo. Il calcolo del TAEG - il costo percentuale complessivo del mutuo - è effettuato secondo i criteri dettati dal provvedimento sulla Trasparenza delle Operazioni e dei Servizi Bancari e Finanziari di Banca d’Italia del 9 febbraio 2011, con l'obiettivo di rendere coerenti e comparabili le offerte di mutuo proposte dai diversi Istituti. Leggere attentamente i documenti "Informazioni Generali sul Credito Immobiliare" e il "Prospetto Informativo Europeo Standardizzato (PIES)" forniti dalla Banca prima della stipula dell’atto di mutuo per approfondire condizioni e dettagli definitivi del singolo mutuo. La concessione del mutuo è subordinata alla valutazione e approvazione della Banca erogante.

Trova il tuo mutuo
Mutuo richiesto
  €
Durata
 anni
Valore immobile
  €
Cerca mutuo
© 2010-2018 FairOne S.p.A. - P. IVA  
- Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM n. M215 - MutuiSupermarket.it è un servizio a Impatto Zero ©
Richiesto – Calcolalo ora