IBAN

Trova il tuo mutuo
Importo mutuo
Durata
Valore immobile

IBAN, acronimo di International Bank Account Number, è uno standard internazionale utilizzato per identificare in modo univoco una qualsiasi utenza bancaria; dal 1° gennaio 2008 ha definitivamente sostituito le tradizionali coordinate bancarie, diventando difatto obbligatorio sia per le operazioni di bonifico nazionale che per quelle dirette nell'area unica dei pagamenti in euro (SEPA - Single Euro Payments Area).

Ideato originariamente dal Comitato Europeo per gli standard bancari (ECBS - European Committee for Banking Standards), è caratterizzato da una lunghezza complessiva variabile da paese a paese: in Norvegia, per esempio, si utilizzano solo 15 caratteri mentre Malta "vanta" il massimo della lunghezza con un totale di 31 caratteri. Lo schema standard, peraltro, prevede:

  • 2 lettere iniziali per indicare la sigla della nazione (per l'Italia: IT);
  • 2 cifre di controllo, definite anche come CIN Europeo;
  • il codice BBAN (Basic Bank Account Number).

Il BBAN è un codice che identifica in modo univoco la coordinata bancaria nazionale ed è stabilito in modo autonomo dalla Banca centrale di ciascun Paese europeo; quello italiano, lungo 23 caratteri, è formato secondo lo schema seguente:

  • CIN o Control Internal Number (1 lettera): usato come carattere di controllo, è ricavato a partire dai codici ABI e CAB e dal numero di conto corrente attraverso un algoritmo specifico;
  • codice ABI (5 caratteri esclusivamente numerici): assegnato ad ogni istituto di credito direttamente dall'Associazione Bancaria Italiana, serve ad identificare la banca presso la quale risiede il conto corrente;
  • codice CAB o Codice di Avviamento Bancario (5 caratteri esclusivamente numerici): serve a individuare univocamente la specifica agenzia (o filiale) dell'istituto identificato dall'ABI;
  • numero di conto corrente (12 caratteri alfanumerici).

Lo standard, tuttavia, non è ancora totalmente diffuso al di fuori dei confini europei; per il trasferimento di denaro tramite bonifico internazionale, quindi, le banche richiedono anche l'utilizzo del codice BIC (Bank Identifer Code) o SWIFT (acronimo di Society for Worldwide Interbank Financial Telecommunication - società per le telecomunicazioni finanziarie interbancarie mondiali che gestisce l'assegnazione dei codici): 8 o 11 caratteri alfanumerici per identificare in modo univoco la banca del beneficiario.

Trova il tuo mutuo
Mutuo richiesto
  €
Durata
 anni
Valore immobile
  €
Cerca mutuo
© 2010-2020 FairOne S.p.A. - P. IVA 06936210969 
- Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM n. M215 - MutuiSupermarket.it è un servizio a Impatto Zero ©
Richiesto – Calcolalo ora