Consulenza gratuita

800 901 900

Se vuoi chiamiamo noi

Detrazioni di interessi del mutuo prima casa e impatto sull'Irpef

Trova il tuo mutuo

€ 

Mutuo Prima Casa
Mutuo Prima Casa
Detrazioni di interessi del mutuo prima casa e impatto sull'Irpef

Detrazioni di interessi del mutuo prima casa e impatto sull'Irpef

Prima Casa e detrazione degli interessi del mutuo dall'imposta sui redditi: come risparmiare fino al 19% degli interessi annuali

Scheda Pratica di
Ultimo aggiornamento:

Interessi passivi meno cari con le detrazioni IRPEF

Il peso degli interessi del proprio mutuo può essere ridotto grazie alle detrazioni fiscali concesse dalla legge. Le detrazioni IRPEF si applicano ai mutui stipulati:

  • con finalità acquisto prima casa
  • con finalità costruzione e/o ristrutturazione prima casa

In sede di dichiarazione annuale dei redditi, sarà opportuno ottenere dalla banca il documento riassuntivo degli interessi passivi pagati nel corso dell'anno precedente, per poter calcolare in maniera esatta l'ammontare delle detrazioni per interessi mutuo a cui si ha diritto.

Detrazioni sui mutui accesi per l'acquisto della prima casa

La detrazione IRPEF sugli interessi passivi del mutuo è possibile nel caso in cui:

  • l'immobile acquistato sia adibito ad abitazione principale entro i 12 mesi dall'atto di acquisto
  • l'acquisto dell'immobile sia avvenuto 12 mesi prima o 12 mesi dopo la data di stipula del mutuo
  • se l'immobile acquistato è locato, sia notificato l'atto di sfratto entro tre mesi dall'acquisto dell'immobile e una volta rilasciati i locali, l'immobile sia adibito ad abitazione principale entro i successivi 12 mesi

La detrazione spettaa chi ha acquistato la casa ed è intestatario del mutuo, anche se l'immobile è adibito ad abitazione principale di un suo familiare (coniuge, parenti entro il terzo grado e affini entro il secondo grado). Dall'anno 2008, l'importo massimo (compresi gli oneri accessori) su cui applicare la detrazione del 19% è pari a 4.000 Euro. Ad esempio, se il mutuatario paga in un anno interessi passivi per 4.500 Euro sarà possibile portare in detrazione 760 Euro, ossia il 19% dei 4.000 euro, importo massimo su cui calcolare la detrazione.

In caso di mutuo ipotecario intestato ad entrambi i coniugi, il coniuge che ha l'altro coniuge fiscalmente a carico può portare in detrazione entrambe le quote degli interessi passivi, tenendo comunque fermo il tetto massimo di 4.000 Euro. La suddetta detrazione si applica anche nel caso di surroga del mutuo prima casa in corso di rimborso (risoluzione Agenzia delle Entrate n. 390/E del 21/12/07).

Detrazioni sui mutui accesi per la costruzione della prima casa

La detrazione IRPEF sugli interessi passivi del mutuo di costruzione è possibile nel caso in cui:

  • il contratto di mutuo intestato al proprietario dell'immobile (e stipulato dopo il 1998) sia stato stipulato nei 6 mesi precedenti o nei 18 mesi successivi all'inizio dei lavori di costruzione della prima casa
  • l'unità immobiliare sia adibita ad abitazione principale entro 6 mesi dal termine dei predetti lavori

Spetta la detrazione IRPEF anche nei casi di mutui contratti per lavori di ristrutturazione soggetti a concessione edilizia. La detrazione IRPEF si applica in sede di dichiarazione dei redditi per una quota pari al 19% degli interessi passivi ed oneri. L'importo massimo (compresi gli oneri accessori) su cui applicare la detrazione del 19% è pari a 2.582,28 Euro. Ad esempio, se il mutuatario sopporta in un anno interessi passivi per 3.500 Euro sarà possibile portare in detrazione 490 Euro, ossia il 19% dei 2.582,28 euro, importo massimo su cui calcolare la detrazione.

Per approfondimenti consulta la Guida Fiscale dell'Agenzia delle Entrate sulle Agevolazioni Fiscali sui Mutui.

Trova il tuo mutuo
Mutuo richiesto
  €
Durata
anni
Valore immobile
  €
Cerca mutuo

© 2010-2017 FairOne S.p.A. - P. IVA
- Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM n. M215 - MutuiSupermarket.it è un servizio a Impatto Zero ©
Richiesto – Calcolalo ora