Consulenza gratuita

800 901 900

Se vuoi chiamiamo noi

Condividi su:

Acquisto casa: lo Sblocca Italia regolamenta il rent-to-buy

Trova il tuo mutuo

€ 

News mutui
News mutui
Acquisto casa: lo Sblocca Italia regolamenta il rent-to-buy

Acquisto casa: lo Sblocca Italia regolamenta il rent-to-buy

Acquisto casa: lo Sblocca Italia regolamenta il rent-to-buy
cornice immagine news


Tra le tante novità prevista dal decreto cosiddetto ‘Sblocca Italia’, la nuova formula di acquisto casa nota come ‘rent to buy’ potrebbe contribuire ad agevolare la ripresa di un mercato immobiliare ancora alle prese con gli effetti di una crisi purtroppo non ancora alle spalle. L’articolo 23 del decreto, infatti, disciplina i contratti che prevedono la concessione immediata dei diritti di godimento dell’immobile a fronte dell’acquisto differito dello stesso: in parole più semplici, si tratta di una forma di contratto nota come ‘affitto con riscatto’, capace di integrare gli elementi caratteristici di un contratto di locazione con quelli di un contratto d’acquisto.

L’obiettivo della manovra è quello di trovare un rimedio rapido alla mancanza di liquidità da parte dei possibili acquirenti: il venditore, infatti, consente al locatario di finanziare l'acquisto dell'immobile, accettando di incassare una parte del prezzo della casa a rate: in concreto, il canone versato mensilmente – per un periodo di tempo concordato tra le parti – sarà superiore rispetto al canone di affitto, dato che una quota verrà accantonata come acconto sul prezzo di acquisto (mediamente ca. il 15%), scalato successivamente dal valore fissato al momento della compravendita.

Un vero e proprio contratto – con la possibilità di trascrizione nei Registri Immobiliari al fine di tutelare entrambe le parti – che potrebbe rappresentare un buon biglietto da visita per il locatario: al termine dei versamenti concordati, tipicamente, dovrà rivolgersi alle banche per richiedere un mutuo che gli consenta di saldare il prezzo pattuito per l’acquisto. In quest’ottica, il versamento regolare del canone al venditore per l’intero periodo contrattuale (non superiore a 10 anni) dovrebbe incentivare le banche a concedere il credito con maggiore elasticità. Se da un lato il Governo Italiano cerca di ravvivare il mercato immobiliare, dall’altro fornisce indirettamente alle banche un’altro possibile strumento di valutazione del merito creditizio: l’auspicio, dunque, è che questa manovra possa dare la giusta scossa sia alle compravendite che all’erogazione di nuovi mutui per l’acquisto casa.

Trova il tuo mutuo
Mutuo richiesto
  €
Durata
anni
Valore immobile
  €
Cerca mutuo
© 2010-2017 FairOne S.p.A. - P. IVA
- Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM n. M215 - MutuiSupermarket.it è un servizio a Impatto Zero ©
Richiesto – Calcolalo ora