Consulenza gratuita

800 901 900

Se vuoi chiamiamo noi

Condividi su:

Assicurazioni mutuo troppo care?

Trova il tuo mutuo

€ 

News mutui
News mutui
Assicurazioni mutuo troppo care?

Assicurazioni mutuo troppo care?

Assicurazioni mutuo troppo care?
cornice immagine news


Il tema delle polizze facoltative abbinate ai finanziamenti, in particolare ai mutui (ma non solo), è uno di quelli più difficili da digerire per i clienti, che nella maggior parte dei casi faticano a comprenderne l’utilità, tanto più se il costo da sostenere non è irrilevante. Dovrebbero essere una garanzia in più, costituendo una valida soluzione per affrontare quelle situazioni che possono mettere a rischio la serenità familiare e la certezza di estinguere il mutuo della casa. Le banche offrono le cosiddette CPI, acronimo di Credit Protection Insurance, o TCM (temporanea caso morte): queste ultime, in particolare, prevedono l’estinzione del debito qualora il mutuatario dovesse perdere la vita prima della conclusione del piano di rimborso. Il picco della loro diffusione è stato raggiunto nel 2011, quando la raccolta complessiva sfiorò i 2,5 miliardi di euro. Successivamente, dopo il biennio 2012-2013 contraddistinto da un calo, la sottoscrizione di tali polizze ha ripreso un percorso di crescita: la raccolta del 2014 si è attesta sopra i 2 miliardi e nel primo trimestre del 2015 il trend è confermato (+15%).

Le finalità per cui vengono proposte sono senza dubbio condivisibili, visto la crisi che ha caratterizzato il mercato del lavoro nell’ultimo lustro, ma in certi casi le modalità utilizzate dalle banche per ottenere tali assicurazioni sembrerebbero discutibili. Da un’analisi effettuata da Ivass (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni, operante nell’ambito della Banca d’Italia), emergono criticità che vanificano il raggiungimento dei benefici e sono di pregiudizio ai consumatori. Secondo lo studio, infatti, ‘i costi delle polizze permangono alti, per effetto delle elevate provvigioni pagate alle banche e alle finanziarie’ e la qualità del servizio offerto ai clienti non pare giustificare le tariffe applicate.

Occorre maggiore trasparenza da parte degli operatori del settore, fornendo ai clienti informazioni più chiare in merito a caratteristiche, durata, costi e limiti delle coperture sottoscritte. È bene ricordare che secondo i termini di legge l’unica assicurazione obbligatoria per il cliente è la copertura dal rischio di scoppio e incendio, ad esempio nel caso di un mutuo per la casa: tutte le altre coperture (rischio morte, invalidità, o quella più ‘gettonata’ contro la disoccupazione) sono facoltative e dovrebbero rimanere tali. Se la banca dovesse richiedere una polizza legata al mutuo come condizione necessaria all’approvazione, dovrebbe proporre al cliente non meno di due preventivi, da parte di imprese concorrenti; peraltro, al cliente dev’essere concessa la libertà del ‘fai da te’: ovvero, poter scegliere autonomamente sul mercato un prodotto assicurativo che risponda alle caratteristiche richieste dalla banca. Consiglio ai clienti: ‘tenete gli occhi aperti’!

Trova il tuo mutuo
Mutuo richiesto
  €
Durata
anni
Valore immobile
  €
Cerca mutuo
© 2010-2017 FairOne S.p.A. - P. IVA
- Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM n. M215 - MutuiSupermarket.it è un servizio a Impatto Zero ©
Richiesto – Calcolalo ora