Consulenza gratuita

800 901 900

Se vuoi chiamiamo noi

Condividi su:

Casa, acquisto e ristrutturazione: un 2016 pieno di bonus

Trova il tuo mutuo

€ 

News mutui
News mutui
Casa, acquisto e ristrutturazione: un 2016 pieno di bonus

Casa, acquisto e ristrutturazione: un 2016 pieno di bonus

Casa, acquisto e ristrutturazione: un 2016 pieno di bonus
cornice immagine news


Sarà un 2016 ricco di agevolazioni per chi ha in mente interventi migliorativi di ristrutturazione o di acquistare casa. Nel tentativo di far ripartire il mercato immobiliare, il governo ha prorogato vecchie agevolazioni e ne ha introdotte di nuove.

Per quanto riguarda i lavori di ristrutturazione, fino al 31 dicembre 2016, restano valide le detrazioni IRPEF del 50% della spesa sostenuta con un massimo di spesa di 96mila euro (e quindi una detrazione di 48mila euro). In pratica, lo Stato rimborsa al proprietario che ristruttura casa il 50% della spesa in 10 rate annuali di pari importo, tramite le detrazioni IRPEF. Detrazione simile anche per l’acquisto di mobili per la casa ristrutturata.  Lo Stato rimborsa al proprietario di casa il 50% della spesa con un limite massimo di 10mila euro per singola unità immobiliare (quindi 5mila euro di rimborso).

A partire dal 2016, l’agevolazione per l’acquisto di mobili è valida anche per le giovani coppie che comprano casa. In pratica il bonus è riconosciuto a giovani coppie “costituenti un nucleo familiare composto da coniugi o da conviventi more uxorio che abbiano costituito nucleo da almeno tre anni” e in cui almeno uno dei due componenti non abbia superato i 35 anni. L’agevolazione, sotto forma di detrazione IRPEF del 50%, ha un limite di spesa di 16mila euro (e quindi di 8mila euro di rimborso) ed è legata all’acquisto di mobili per l’abitazione principale.

Restano fino al 31 dicembre 2016 anche le detrazioni al 65% per i lavori di efficientamento energetico (Ecobonus). Rientrano in questa categoria l’acquisto di pannelli solari, la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con caldaie a condensazione, pompe di calore o impianti geotermici, l’acquisto di pareti isolanti, coperture, pavimenti, finestre e infissi isolanti, l’installazione di impianti con generatori di calore alimentati da biomasse combustibili. Sono compresi nel bonus anche i dispositivi multimediali per il controllo a distanza di riscaldamento e climatizzazione senza alcun limite di spesa. Infine i lavori di riqualificazione energetica generale degli edifici. In questo caso il limite di spesa è di 153mila euro con detrazione massima di 100mila euro.

Il 2016 porta anche altri importanti aggiornamenti introdotti dalla legge di Stabilità. L’evidenza più importante è quella legata all’abolizione della tassa più dibattuta degli ultimi anni: la Tasi. Non dovranno più pagarla né proprietari né inquilini che affittino la casa come abitazione principale e a trarne beneficio saranno più di 19 milioni di proprietari e locatari per un risparmio complessivo di 3,7 miliardi di euro. Faranno eccezione le case di lusso appartenenti alle categorie catastali A/1, A/8 e A/9. Quanto alle detrazioni IVA, dal primo gennaio 2016 le persone fisiche che acquistano casa dall’impresa costruttrice possono detrarre dall’IRPEF (in 10 anni) il 50% dell’IVA pagata. Ai fini dell’agevolazione la casa acquistata deve essere a destinazione residenziale e di classe energetica A o B. Il bonus è concesso anche se non si tratta di prima casa.

Trova il tuo mutuo
Mutuo richiesto
  €
Durata
anni
Valore immobile
  €
Cerca mutuo
© 2010-2016 FairOne S.p.A. - P. IVA
- Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM n. M215 - MutuiSupermarket.it è un servizio a Impatto Zero ©
Richiesto – Calcolalo ora