Consulenza gratuita

800 901 900

Se vuoi chiamiamo noi

Condividi su:

Economia, occhi puntati al post referundum e al 2017

Trova il tuo mutuo

€ 

News mutui
News mutui
Economia, occhi puntati al post referundum e al 2017

Economia, occhi puntati al post referundum e al 2017

Economia, occhi puntati al post referundum e al 2017
cornice immagine news


La crescita del terzo trimestre si è rafforzata e questo fa ben sperare in un miglioramento del quadro economico italiano secondo quanto tracciato dall'Istat, che indica la possibilità di chiudere il 2016 a + 0,9%. Il dato dell'Istat sul Pil del 2016 confermato il primo dicembre alimenta un timido ottimismo, a pochi giorni da Natale. La crescita che si può definire già "acquisita" ha raggiunto quindi, nei primi nove mesi dell'anno, la quota dello 0,9%. Questo significa che, se anche nell'ultimo trimestre di quest’anno l'economia si “fermasse”, e restasse in una situazione di calma piatta, questo risultato sarebbe già sicuro. Si resta nell’ambito degli “zerovirgola”, ma va evidenziato che il governo stima, nei documenti ufficiali per l'intero anno, un incremento del Pil dello 0,8%. Va anche segnalato che si sfiora la soglia dell'1% grazie a tre revisioni al rialzo dei dati "preliminari" che sono stati via via diffusi nel corso del 2016. 

Lo scenario si dimostra in movimento positivo, ma non basta. L’incertezza connessa al referendum del 4 dicembre genera un certo allarme, partendo dal quadro politico italiano fino a quello dei mercati finanziari e, in base alle visioni più pessimistiche, anche sul futuro dell’Unione Europea. Gli occhi sono ovviamente tutti puntati al prossimo anno per il quale, come si ricorderà, il governo si attende una crescita del PIL dell’1%. Saranno determinati sia gli esiti del referundum sia gli interventi di politica economica che il governo italiano metterà in cantiere dai prossimi mesi, soprattutto sul fronte dell'occupazione e degli investimenti.

Su fronte mutui, la surroga e le sostituzioni continuano a prevalere nel mercato immobiliare (50% spiegato sull’online), e, per avere un panorama davvero chiaro della situazione, bisogna ricordare che non possono dare intera linfa vitale al contesto e quanto sia necessaria una più decisa ripartenza dei mutui per l’acquisto della casa. Quello che è un buon momento per le richieste e le erogazioni dei finanziamenti per la casa coincide con la diminuzione degli indici di riferimento per il tasso fisso (Eurirs), ora in leggero aumento, e per il tasso variabile (Euribor) di questi ultimi trimestri, che hanno spinto ancora molte famiglie alla ricerca di un miglioramento delle condizioni del proprio debito, attraverso la rottamazione del proprio mutuo.

Trova il tuo mutuo
Mutuo richiesto
  €
Durata
anni
Valore immobile
  €
Cerca mutuo
© 2010-2017 FairOne S.p.A. - P. IVA
- Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM n. M215 - MutuiSupermarket.it è un servizio a Impatto Zero ©
Richiesto – Calcolalo ora