Menu

Il mutuo “pressa” gli italiani

News mutui
News mutui
Trova il tuo mutuo
Importo mutuo
Durata
Valore immobile
Il mutuo “pressa” gli italiani
Condividi su:
di
Il mutuo “pressa” gli italiani

Il costo di un mutuo può diventare insostenibile. Pagare il mutuo pesa e allora per andare avanti, c'è chi fa marcia indietro, sotto un unico tetto. Un italiano su dieci torna a vivere da mamma e papà. E a rivelarlo è il Rapporto 2017 dell’Eurispes: sono in molti che sono stati costretti ad escogitare strategie anti-crisi come ripresentarsi a casa dai genitori (13,8%) o farsi aiutare da loro economicamente (32,6%) o nella cura dei figli per non dover pagare nidi privati o baby-sitter (23%). Analizzando l’intensità del fenomeno sul territorio, il Nord-Ovest mantiene la percentuale più alta anche rispetto alla necessità di tornare a vivere con la propria famiglia o con la famiglia del coniuge (19,5%), seguito dalle Isole (14,2%); mentre la quota più bassa si registra al Centro (9,4%). 

 

Per la metà delle famiglie i conti non quadrano. Il 48,3% non riesce a tirare avanti fino alla fine del mese, con un aumento di circa un punto percentuale rispetto all'anno scorso, dove si registrava un 47,2%. Ecco che il 44,9% degli italiani è obbligato a utilizzare i propri risparmi. Così solo una famiglia su quattro risparmia. Le rate del mutuo per la casa sono un problema nel 28,5% dei casi, mentre per il 42,1% di chi è in affitto lo è pagare il canone. Il 25,6% delle famiglie ha inoltre difficoltà a far fronte alle spese mediche. 

 

Il dossier sottolinea come un italiano su quattro si senta 'abbastanza' (21,2%) e 'molto' (3%) povero, tra perdita del lavoro e divorzio. Si cade in povertà a causa della perdita del lavoro (76,7%), per una separazione o un divorzio (50,6%), a causa di una malattia propria o di un familiare (39,4%). Ma tra le ragioni c'è anche la dipendenza dal gioco d'azzardo (38,7%) e la perdita di un componente della famiglia (38%). Dall'indagine emerge anche come il disagio economico sia sempre più diffuso. 

 

Sul fronte dei consumi si avvertono piccoli miglioramenti grazie ad un potere di acquisto che ha retto grazie agli effetti deflattivi. Il 51,5% degli italiani non ha accusato una riduzione della capacità di spesa contro il 48,5% che invece ha lamentato una perdita. Il Paese continua a risparmiare dove si può o dove è necessario. Gli intervistati da Eurispes sono un campione stratificato di 1.084 cittadini dell’attuale realtà sociale del nostro Paese.

Trova il tuo mutuo
Mutuo richiesto
  €
Durata
anni
Valore immobile
  €
Cerca mutuo
© 2010-2017 FairOne S.p.A. - P. IVA  
- Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM n. M215 - MutuiSupermarket.it è un servizio a Impatto Zero ©
Richiesto – Calcolalo ora