Consulenza gratuita

800 901 900

Se vuoi chiamiamo noi

Condividi su:

Il tasso variabile? Solo se si è consapevoli dei rischi

Trova il tuo mutuo

€ 

News mutui
News mutui
Il tasso variabile? Solo se si è consapevoli dei rischi

Il tasso variabile? Solo se si è consapevoli dei rischi

Il tasso variabile? Solo se si è consapevoli dei rischi
cornice immagine news


Il presidente dell’Associazione Bancaria Italiana, Giuseppe Mussari, ha annunciato, durante l’ultimo esecutivo, che è in corso il “tavolo di lavoro” con le 17 associazioni dei consumatori sulla questione relativa “alle istruzioni per l’uso” per i mutui a tasso variabile alla luce degli scenari che si potrebbero configurare con i prossimi aumenti dei tassi annunciati in primavera. Sarà di fondamentale importanza, a partire da subito, mettere tutti i clienti nella condizione di decidere in modo consapevole relativamente ai rischi associati a una scelta di mutuo a tasso variabile.

Nonostante oggi risulti più conveniente sottoscrivere un mutuo a tasso variabile (tra il miglior tasso fisso ed il miglior tasso variabile ci sono oltre 2,5 punti percentuali di differenza a vantaggio del tasso variabile), è giusto ritenere che questa convenienza non potrà essere mantenuta per tutta la durata del mutuo, anche perchè il rischio di tasso è già “dietro l’angolo”.

Nonostante sia cresciuta la componente dei mutui a tasso fisso erogati nella prima parte del 2011, i mutui a tasso variabile continuano ad essere i più richiesti. Secondo i dati dell’Associazione Bancaria Italiana, nel secondo semestre del 2010 il 47% dei nuovi mutui erogati è stato a tasso variabile, il 26,5% a tasso variabile con un “cap” (ossia con un tetto massimo), il 24% a tasso fisso e il 2,5% a tasso misto.

Trova il tuo mutuo
Mutuo richiesto
  €
Durata
anni
Valore immobile
  €
Cerca mutuo
© 2010-2017 FairOne S.p.A. - P. IVA
- Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM n. M215 - MutuiSupermarket.it è un servizio a Impatto Zero ©
Richiesto – Calcolalo ora