Consulenza gratuita

800 901 900

Se vuoi chiamiamo noi

Condividi su:

In periodo di crisi la scelta del tasso è sempre più difficile

Trova il tuo mutuo

€ 

News mutui
News mutui
In periodo di crisi la scelta del tasso è sempre più difficile

In periodo di crisi la scelta del tasso è sempre più difficile

In periodo di crisi la scelta del tasso è sempre più difficile
cornice immagine news


Lo scenario che si presenta a chi sta decidendo di contrarre un mutuo è a dir poco irripetibile. La fuga degli investitori verso il Bund tedesco, con rendimenti sempre più in calo, sta facendo sprofondare le quotazioni dell’Irs (indice utilizzato per la determinazione del tasso fisso) ai valori minimi di sempre toccati nell’estate del 2010. Questo indice è stato fissato oggi al 2,90% e il crollo è stato vertiginoso se si pensa che ad aprile scorso era quotato 4,17%. La logica conseguenza è che, al pari di agosto 2010, il momento è certamente finanziariamente favorevole per la stipula di un mutuo a tasso fisso.

Chi vuole approfittarne non può tuttavia ignorare altri due aspetti: i tempi tecnici che passano dalla richiesta alla stipula (che possono erodere la convenienza) e un tasso variabile tornato più che mai conveniente e non più in risalita come indicavano le previsioni degli esperti. Le rate dei mutui a tasso fisso si calcolano sommando allo spread applicato della banca l'indice Eurirs “di periodo” pari alla durata del mutuo. L'Eurirs però è quello del giorno della stipula effettiva del contratto dinanzi al notaio. Dato che tra la richiesta del mutuo e l'effettiva erogazione passano mediamente 60 giorni non è scontato che il giorno della stipula gli indici Eurirs saranno ancora così bassi. Allo stesso tempo chi è tentato dal fisso non può non considerare che la differenza, in termini di Taeg, rispetto ad un tasso variabile è di circa il 2%, con l’aspettativa che il divario a breve possa aumentare.

A tal proposito, i futures sull'Euribor indicano chiaramente che il tasso attuale di riferimento fissato a luglio dalla Banca centrale europea (1,5%) è disallineato rispetto al mercato e si ritiene che la Bce nei prossimi consigli direttivi torni nuovamente a tagliare il tasso di riferimento. Anche sul fronte del variabile lo scenario attuale è quindi estremamente favorevole.

Trova il tuo mutuo
Mutuo richiesto
  €
Durata
anni
Valore immobile
  €
Cerca mutuo
© 2010-2017 FairOne S.p.A. - P. IVA
- Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM n. M215 - MutuiSupermarket.it è un servizio a Impatto Zero ©
Richiesto – Calcolalo ora