Menu

La Bce alza i tassi: dall'1% si passa all'1,25%

News mutui
News mutui
Trova il tuo mutuo
Importo mutuo
Durata
Valore immobile
La Bce alza i tassi: dall'1% si passa all'1,25%
Condividi su:
di
La Bce alza i tassi: dall'1% si passa all'1,25%

Il tasso di riferimento principale per l'area Euro, come era stato ampiamente preannunciato, è passato dall'1% all'1,25%. Già lo scorso 3 marzo il presidente della Banca Centrale Europea, Jean-Claude Trichet, aveva sottolineato la necessità di tenere sotto controllo le prime spinte inflazionistiche derivanti dall’aumento dei prezzi delle materie prime. Era dal luglio 2008 che la Banca Centrale Europea non ritoccava al rialzo il costo del denaro.

Anche con il rialzo di ieri i tassi di interesse restano comunque sostanzialmente bassi e favorevoli alla ripresa dell’attività economica e al sostegno alle famiglie alle prese con un mutuo a tasso variabile. Il rialzo dei tassi deciso dalla Banca Centrale Europea genererà, per chi sta pagando un mutuo a tasso variabile, un rincaro mediamente pari a 204 Euro all'anno, circa 17 Euro al mese. Ad esempio, per un mutuo a 15 anni di 100.000 Euro a tasso variabile BCE + spread dell’1%, che passa dal 2% al 2,25%, la rata subisce una maggiorazione di 11,57 Euro al mese (138,84  Euro l'anno). Maggiori oneri per un mutuo di 150.000 Euro a 25 anni che passa da 635,78 Euro al mese a 654,20, con un aumento di 18,42 Euro mensili (221,04 Euro l'anno).

L'aumento dei tassi dello 0,25% comporterà inoltre maggiori oneri per 550 milioni di Euro, destinati al rinnovo dello stock di debito pubblico. Il calcolo, fornito da Adusbef, si basa su 281 miliardi di Euro di titoli in scadenza nel 2011: rispettivamente 125,98 miliardi di Euro in BOT, 87,78 in BTP, 30,04 in CCT e 37,3 in CTZ.

Trova il tuo mutuo
Mutuo richiesto
  €
Durata
anni
Valore immobile
  €
Cerca mutuo
© 2010-2017 FairOne S.p.A. - P. IVA  
- Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM n. M215 - MutuiSupermarket.it è un servizio a Impatto Zero ©
Richiesto – Calcolalo ora