Menu

Mercato immobiliare: che casa posso permettermi

News mutui
News mutui
Trova il tuo mutuo
Importo mutuo
Durata
Valore immobile
Mercato immobiliare: che casa posso permettermi
Condividi su:
di
Mercato immobiliare: che casa posso permettermi

Cosa lasciare ai propri figli? La casa naturalmente! Il mattone rimane la prima scelta che i cittadini fanno nel caso si avesse la possibilità di acquistare un bene da tramandare ai propri eredi. Viene spontaneo chiedersi: oggi qual è il “potere d’acquisto” di un potenziale mutuatario che si accinge a stipulare un mutuo? 

Calcolare il valore dell'immobile che si può comprare in funzione della propria situazione finanziaria e della durata del mutuo che si intende richiedere, è sempre fondamentale. L’acquisto di una casa è un momento importante e occorre sempre valutare le possibili implicazioni finanziarie.

Ma che tipo di casa o appartamento può comprare chi dispone di un budget medio, di 200.000 euro? Ha affrontato questo tema Tecnocasa, in un'indagine che analizza la situazione nei dieci principali capoluoghi di provincia italiani. Roma risulta la città più cara d'Italia. Infatti, la differenza tra quello che ci si può permettere da una città all'altra è ragguardevole: si va dai 66 metri quadrati della Capitale, che appunto è la città più costosa, ai 171 di Palermo, che emerge come la città con il mercato immobiliare più accessibile.

A Roma, tra l'altro, le occasioni diminuiscono ulteriormente se da un quartiere di media periferia si cerca casa in centro: in questo caso i metri quadri acquistabili con 200.000 euro diventano 37. La stessa forte differenza è stata rilevata a Milano, la seconda città più cara: si passa dai 74 metri quadri di un quartiere medio ai 34 del centro storico. 

Mentre a Firenze le differenze tra il centro e la periferia hanno un'incidenza inferiore sul prezzo finale: infatti in un quartiere medio con lo stesso budget si acquistano 78 metri quadri e al centro 60. Al quarto posto in graduatoria si colloca Napoli, dove si arriva a quasi 100 metri quadri versando 200.000 euro.

Non è scontato che le città più care siano per forza tutte al Centro-Nord, e quelle meno care al Sud. A Torino con 200.000 euro si acquista una casa molto spaziosa, 146 metri quadri, e così a Verona. A Genova si arriva addirittura a 157 metri quadri. Genova infatti tra le grandi città è stata la più colpita dalla crisi: tra il secondo semestre del 2007 e il secondo del 2016 i prezzi degli immobili sono calati del 51,8%.

La città che se l'è cavata meglio è Milano, con un calo del 27,9% nello stesso periodo. Si tratta di una media che tuttavia descrive poco la città, dove si va da un calo di quasi il 40% per i quartieri Bovisa-Sempione ad appena un meno 6,9% per il centro. Roma ha perso in media il 35,4%, ma il centro storico ha "tenuto", con una contrazione del 20,3%, e questo spiega in parte anche la fortissima divaricazione dei prezzi tra centro e periferia. C'è stata una leggerissima ripresa dei prezzi medi, dello 0,1%, nell'ultimo trimestre dell'anno scorso. Ma in alcune città l'andamento aveva cambiato segno già da alcuni mesi: le prime città a vedere una modesta risalita dei valori immobiliari sono Bologna, Firenze, Verona, Bari, Milano e Palermo.

E quando si dice che l’abito non fa il monaco: case piccole? Risultano decisamente più apprezzate di quanto possa sembrare. D'altronde i tempi del boom economico italiano sono un lontano ricordo: i cittadini sono cambiati, così come son cambiate le necessità e le capacità di adeguarsi al momento di crisi: oggi le famiglie sanno come vivere felici senza per questo strafare, accontentandosi e spremendo il meglio da ciò che hanno o da ciò che è a portata di portafoglio. Questo vale anche nel campo delle abitazioni: sempre più acquirenti rinunciano al sogno della casa lussuosa e optano per case piccole, compatte e tecnologiche.

Trova il tuo mutuo
Mutuo richiesto
  €
Durata
anni
Valore immobile
  €
Cerca mutuo
© 2010-2017 FairOne S.p.A. - P. IVA  
- Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM n. M215 - MutuiSupermarket.it è un servizio a Impatto Zero ©
Richiesto – Calcolalo ora