Consulenza gratuita

800 901 900

Se vuoi chiamiamo noi

Condividi su:

Mutui: Euribor resiste verso il basso

Trova il tuo mutuo

€ 

News mutui
News mutui
Mutui: Euribor resiste verso il basso

Mutui: Euribor resiste verso il basso

Mutui: Euribor resiste verso il basso
cornice immagine news


Rispetto allo scorso anno, caratterizzato da una vera e propria sofferenza per l’intero settore, i primi mesi del 2015 stanno mostrando qualche ‘timido’ segnale positivo per il mercato immobiliare italiano: il merito, in parte, è da attribuire alla ‘tempra formidabile’ mostrata dall’Euribor, indice di riferimento per le operazioni di mutuo a tasso variabile che rappresentano tuttora la scelta più gettonata da coloro che vogliono acquistare casa. L'indice, per il momento, non mostra segni di inversione di rotta e prosegue, pertanto, nel trend al ribasso che lo posiziona stabilmente sottozero dallo scorso 19 gennaio.

La politica monetaria espansiva attuata dalla Banca Centrale Europea ha prodotto una situazione di grande liquidità nel sistema finanziario europeo, portando il tasso Euribor addirittura in terreno negativo. Tale discesa, iniziata prima dell’escalation delle tensioni in Grecia di queste ultime settimane, non è stata influenzata dai rumors della possibile Grexit, per ora scongiurata: l’indice, infatti, ha mostrato finora una certa stabilità. L’andamento, quindi, non dimostra una forte correlazione rispetto alla tenuta della comunità economica europea quanto piuttosto dalla credibilità delle politiche monetarie attuate dal governatore dell’Eurotower Mario Draghi.

Conti alla mano, l’Euribor ai minimi storici rappresenta un dato molto positivo per i ‘debitori’ italiani che stanno rimborsando un mutuo a tasso variabile: il calo progressivo, di fatto, si traduce in ‘mini-rate’ e sconti concreti. Ma quanto durerà la tregua dei tassi? Prevedere lo scenario per i prossimi mesi non è un’operazione così banale. Il consiglio per coloro che richiedono un nuovo mutuo è di prestare particolare attenzione alla scelta del tipo di tasso di interesse, con la consapevolezza che una soluzione ‘per tutte le stagioni’ non è semplice da individuare. Teoricamente, stando ai principali manuali del credito, la regola generale prevede che il valore della rata non superi circa un terzo del reddito disponibile; peraltro, un metodo alternativo per valutare la propria tolleranza al rialzo del mutuo consiste nel calcolare l’importo massimo (teorico) raggiungibile dalla rata mensile qualora i tassi dovessero riavvicinarsi ai livelli dello scorso ottobre. Occorre raziocinio: se il cliente fosse disorientato, può sempre affidarsi ai suggerimenti degli esperti.

Trova il tuo mutuo
Mutuo richiesto
  €
Durata
anni
Valore immobile
  €
Cerca mutuo
© 2010-2017 FairOne S.p.A. - P. IVA
- Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM n. M215 - MutuiSupermarket.it è un servizio a Impatto Zero ©
Richiesto – Calcolalo ora