Menu

Mutui, è un’esplosione di richieste anche a novembre

News mutui
News mutui
Trova il tuo mutuo
Importo mutuo
Durata
Valore immobile
Mutui, è un’esplosione di richieste anche a novembre
Condividi su:
di
Mutui, è un’esplosione di richieste anche a novembre

Sembrano tutte buone notizie. Secondo Crif crescono ancora le domande per nuovi contratti e surroghe: il mese scorso ha fatto registrare un nuovo incremento pari al 13,2% rispetto allo stesso mese del 2015. Una crescita solida visto che vengono prese in considerazione le richieste di nuovi mutui e surroghe, e quindi le istruttorie formali e non le semplici richieste di informazioni  da parte delle famiglie italiane. 

Un successo che dà un po’ di linfa alla crescita del settore: nell'aggregato dei primi 11 mesi del 2016 l'aumento è pari al 12,7% rispetto allo stesso periodo del 2015. Un consolidamento che anticipa un possibile recupero, in tempi brevi, dei volumi registrati prima della crisi.  Nello specifico, si tratta dell'ottavo mese consecutivo di incremento (mese-anno corrente rispetto allo stesso mese anno precedente), che porta il valore medio nell'aggregato dei primi 11 mesi dell'anno a 123.164 euro. 

Le famiglie chiedono anche di più. Un ulteriore segnale positivo ci viene proprio dall'analisi dell'importo medio richiesto, che nel mese di novembre ha fatto segnare il valore più alto dall'inizio del 2016 con 125.517 euro, superiore ai 121.051 euro nel corrispondente mese del 2015. In generale, stanno gradualmente crescendo gli importi medi richiesti. Va segnalato tuttavia come oggi sia ancora importante la quota della surroga che, per loro natura, presentano un importo inferiore rispetto a quello dei nuovi mutui. Per quanto riguarda la distribuzione per fascia di importo, non compaiono elementi di discontinuità rispetto ai mesi precedenti: la classe prevalente nei primi 11 mesi dell’anno in corso si conferma essere quella compresa tra 100.001 e 150.000 euro, con una quota pari al 29,5% del totale. Nel complesso, quasi 4 domande su 5 (il 77,8% del totale per la precisione) sono di importo inferiore ai 150.000 euro.

Di pari passo, secondo la Nota trimestrale dell’Osservatorio del Mercato Immobiliare dell’Agenzia delle Entrate, prosegue il trend al rialzo del mercato immobiliare italiano, che nel terzo trimestre del 2016 segna un incremento del 17,8%. In alcuni settori, infatti, i tassi di crescita viaggiano a doppia cifra già da inizio anno. Negli ultimi mesi dell’anno, il mercato delle abitazioni ha continuato a svilupparsi in tutte le aree del Paese, grazie soprattutto al persistere dei tassi di interesse sui mutui particolarmente bassi e al contesto economico. Ancora una volta è il Nord che ha fatto da traino, con un incremento pari al 22,3%, mentre il Centro e il Sud si assestano rispettivamente a +15,2% e +10%.

D’altra parte anche i prezzi di acquisto degli immobili, che si mantengono favorevoli, stanno alimentando il ritorno di interesse verso l’investimento immobiliare. Nel nostro Paese, nonostante ci siano zone con fragilità reddituali, il mattone resta un pilastro tradizionale dell’allocazione delle famiglie e il ricorso al mutuo rappresenta il fattore in grado di dare concretezza alle intenzioni di acquisto.

Trova il tuo mutuo
Mutuo richiesto
  €
Durata
anni
Valore immobile
  €
Cerca mutuo
© 2010-2017 FairOne S.p.A. - P. IVA  
- Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM n. M215 - MutuiSupermarket.it è un servizio a Impatto Zero ©
Richiesto – Calcolalo ora