Mutuo al 100%: si può fare

Trova il tuo mutuo
Importo mutuo
Durata
Valore immobile
Mutuo al 100%: si può fare
Condividi su:
NOTIZIE MUTUO
- di |
 Mutuo al 100%: si può fare

Chi può permettersi un mutuo? Chiunque può richiedere un mutuo, a patto che possa provare di poter rimborsare l’importo ottenuto in prestito. Quando si decide di accendere un mutuo, è bene calcolare accuratamente le proprie entrate e definire la disponibilità mensile.

Come regola da tener presente, la rata non dovrebbe superare un terzo del proprio reddito, per sostenere le spese correnti e ordinarie o quelle impreviste, considerando anche possibili cambiamenti determinati da malattia o licenziamento.

La casa rappresenta sempre un pilastro importante per gli italiani. E’ una meta cui gran parte dei giovani non vogliono rinunciare nonostante presupponga un esborso di non poco conto, il più delle volte superiore ai propri mezzi.

Ora proviamo a immaginare una mamma o un papà single, un giovane che cerca la propria indipendenza, o una coppia, appena sposata o che intende convivere, magari under 35. Il loro desiderio più grande? Probabilmente il sogno è avere un tetto di proprietà sopra la testa.

Infatti, alla luce delle condizioni attuali di precarietà del lavoro, questi potenziali mutuatari difficilmente avranno messo da parte risparmi sufficienti per accendere un finanziamento e non possiedono le risorse economiche necessarie da investire nell'acquisto di un immobile.

All'orizzonte si presentano due possibilità da valutare: optare per un affitto, sapendo di dover sborsare una quota mensile per una locazione provvisoria, o decidere di fare uno sforzo e stipulare un mutuo, con la certezza che le rate mensili costituiscono un investimento per un bene che rimane di proprietà.

Sicuramente un mutuo offre la sicurezza di un traguardo. Il problema della somma iniziale da versare però resta: se non si hanno quei “famosi” risparmi da investire nel breve periodo, la strada maestra resta quella inevitabile di trovare una banca che finanzi integralmente il mutuo. 

Ma quale banca oggi concede un mutuo al 100%?

Come è facile intuire, stiamo parlando di un mutuo il cui ammontare copre l'intero valore dell'immobile che si desidera compare. Bisogna sempre ricordarsi che esiste il loan to value, ovvero la percentuale del mutuo rispetto al valore dell’immobile.

Solitamente le banche sono più propense ad offrire mutui con un rapporto tra prezzo della casa e importo prestato dalla banca, che va dal 50% all'80%. A partire dal 2014, quando le banche hanno ripreso ad erogare mutui dopo una fase di evidente contrazione, gradualmente hanno rifatto capolino sul mercato anche i mutui al 100%.

Siamo nel 2020 ed è possibile richiedere mutui al 100%. Restano comunque un’evenienza rara.

Per quei pochi istituti che li erogano, il prezzo da pagare è quasi quadruplicato. Dunque è vero che i mutui oggi sono ai livelli più bassi di sempre e che le condizioni del credito non sono mai state così favorevoli, ma non è proprio così per chi chiede troppo. E questo “troppo” significa più dell’80% del valore della casa.

Il beneficio indiscutibile di un mutuo che si avvicina al 100% è quello di consentire di comprare una casa anche a chi non ha risparmi a sufficienza per coprire una quota importante del costo dell'immobile, ma il suo prezzo sarà più alto del normale. Le rate saranno decisamente più consistenti rispetto a un mutuo al di sotto del 80% del valore dell'immobile.

Una banca che finanzia totalmente il mutuo si assume più rischi, perché il mutuatario offre poche garanzie. In altre parole, non avendo risparmi pregressi, il compratore può garantire di pagare le rate solo sulla base del potenziale guadagno. La banca poi si salvaguarda proponendo polizze assicurative a tutela del credito.

Non c’è da stupirsi se tra i requisiti indispensabili per ottenere un mutuo al 100% risulti inevitabilmente un contratto di lavoro a tempo indeterminato. E’ chiaro che la banca sarà ben disposta verso chi ha un lavoro stabile, con uno stipendio in grado di far fronte al pagamento delle rate.

Sarà anche molto probabile la richiesta da parte dell’istituto di credito di un garante, che possa sostituire il mutuatario in caso del mancato pagamento del mutuo. E’ lampante dunque che il mutuo 100% viene concesso solo quando, in caso di mancato pagamento, la banca può recuperare la somma prestata.

In generale, lo spread di un mutuo casa al 100% è più alto rispetto a quello di un “normale” mutuo visto che, come si è chiarito, il rischio di insolvenza è maggiore. E questo fa capire che non è un’opzione molto conveniente.

A meno che non sia proprio indispensabile optare per questa scelta dettata dalla propria situazione personale e finanziaria, è sicuramente più conveniente sottoscrivere il classico mutuo all’80% o al 70%.

Fatte queste osservazioni, l’aspetto fondamentale da vagliare per chi deve richiedere un mutuo pari al valore dell’immobile è la consapevolezza di dover far fronte a costi più alti. 

Trova il tuo mutuo
Mutuo richiesto
  €
Durata
 anni
Valore immobile
  €
Cerca mutuo
© 2010-2020 FairOne S.p.A. - P. IVA 06936210969 
- Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM n. M215 - MutuiSupermarket.it è un servizio a Impatto Zero ©
Richiesto – Calcolalo ora