Consulenza gratuita

800 901 900

Se vuoi chiamiamo noi

Condividi su:

Mutuo BCE: una possibile risposta al rialzo dei tassi

Trova il tuo mutuo

€ 

News mutui
News mutui
Mutuo BCE: una possibile risposta al rialzo dei tassi

Mutuo BCE: una possibile risposta al rialzo dei tassi

Mutuo BCE: una possibile risposta al rialzo dei tassi
cornice immagine news


Il rialzo del tasso di rifinanziamento europeo dall'1,0% all' 1,25%, deciso il 7 aprile 2011 dalla BCE, ha già provocato diversi “rumors” in ambito mutui. C’è chi dice che questo sarà l’inizio della fine per i mutui con cap, finora molto gettonati, e una possibile svolta per i mutui BCE, finora mai decollati realmente. La voglia di sicurezza porta le famiglie a preferire il mutuo a tasso fisso, che ha visto polarizzare, nel primo trimestre del 2011, il 60% delle richieste.

Tra le alternative possibili ci sono i mutui a rata fissa e durata variabile, considerati oggi molto pericolosi perchè condurrebbero ad un aumento automatico della durata dei mutui all'aumentare dei tassi. Anche i variabili con cap risultano ormai “inflazionati”, a causa del progressivo aumento degli spread e dei valori di tetto massimo.

In questa fase il mutuo legato al tasso BCE può finalmente provare a essere il protagonista del mercato, in quanto storicamente è un indice meno volatile rispetto all’Euribor e le sue variazioni rispecchiano alla perfezione l’andamento dei tassi in ambito europeo. Non a caso gli spread del mutuo a tasso variabile indicizzato BCE sono scesi e potrebbero scendere ancora. Non è quindi da escludersi che l’indicizzazione del tasso variabile al tasso BCE possa rappresentare la “medicina” giusta per combattere il rialzo dei tassi.

Trova il tuo mutuo
Mutuo richiesto
  €
Durata
anni
Valore immobile
  €
Cerca mutuo
© 2010-2017 FairOne S.p.A. - P. IVA
- Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM n. M215 - MutuiSupermarket.it è un servizio a Impatto Zero ©
Richiesto – Calcolalo ora