Nuova IMU, tassa unica sulla casa 2020_ come funziona

Trova il tuo mutuo
Importo mutuo
Durata
Valore immobile
Nuova IMU, tassa unica sulla casa 2020_ come funziona
Condividi su:
NOTIZIE MUTUO
- di |
Nuova IMU, tassa unica sulla casa 2020_ come funziona

Con la legge di bilancio approvata lo scorso dicembre, ha modificato le imposte sulla casa.incassate dai Comuni. Fino allo scorso 31 dicembre tutti i comuni potevano contare sulla IUC (imposta unica comunale) che comprendeva IMU (imposta municipale unica) Tasi (tassa sui servizi indivisibili) e la Tari (tassa rifiuti).
A partire dal 1 gennaio 2020 l’Imu e la Tasi sono state accorpate in un'unica imposta denominata Nuova IMU, mentre la Tari è rimasta  invariata..
In questo breve approfondimento vediamo quando e come si paga, come si calcola e tutte le novità di questa nuova IMU 2020.
Prima di addentrarci nella nuova IMU, diciamo subito che a parte l’accorpamento delle due imposte non vi sono state sostanziali modifiche rispetto a quanto già applicato negli anni precedenti. Ma vediamo nel dettaglio le due singole imposte.
 
L’IMU
L’imposta municipale unica, introdotta in via sperimentale dall’allora Governo Monti, poi divenuta definitiva, è l’imposta che ha sostituito la vecchia ICI (imposta comunale immobili) e la precedente ISI già in essere dal 1992.
E’ l’imposta incassata dai comune che grava su tutti gli immobili (fabbricati di ogni genere: abitativi, agricoli, strumentali, commerciali e terreni).
Nella finanziaria 2014, il Governo Monti ha previsto l’esenzione dell’imposta municipale unica sugli immobili abitativi adibiti ad abitazione principale ed alle sue pertinenze, ad eccezione degli immobili di lusso, ville e castelli che appartengono alle categorie catastali A/1, A/8,A/9.
 
La Tasi
Per servizi indivisibili si intendono tutti quei servizi che il Comune eroga a tutti i cittadini senza poterne stabilire il singolo utilizzo ad esempio l’illuminazione stradale, la pulizia delle strade, la pulizia ed il mantenimento delle aree verdi e dei parchi giochi, la polizia municipale, la protezione civile, la sicurezza, eccetera.
Per far fronte a tutti questi servizi era stata istituita la Tasi (tassa sui servizi indivisibili).
 
La nuova IMU
Le due imposte sono state unificate con l’intenzione di rendere più semplice il pagamento delle due in un'unica voce di spesa. 
Come anticipato sopra, sul piano tecnico, la nuova IMU  non ha subito particolari modifiche.
  • La nuova IMU deve essere pagata per tutti gli immobili abitativi e non, compreso i terreni ad eccezione dei seguenti casi:
  • la prima casa e sue pertinenze. Sono esclusi dall’esenzione gli immobili abitativi di tipo signorile, ville e castelli e palazzi di pregio storico ed artistico;
  • le abitazioni principali, ovvero la casa acquistata senza richiedere le agevolazioni prima casa ma nella quale viene presa la residenza e viene abitata in modo continuativo dal proprietario o dalla famiglia;
  • casa coniugale assegnata dal tribunale al coniuge separato con o senza l’assegnazione di figli (in questo caso l’imu non si paga anche se la casa è intestata interamente al coniuge non assegnatario);
  • alloggi sociali;
  • fabbricati di appartamenti a proprietà indivisa, intestate a cooperative edilizie, adibite ad abitazione principale dei soci.
Con la  nuova Imu sono cambiate sostanzialmente due cose: la prima riguarda i cittadini iscritti all’AIRE( registro italiani residenti all’estero,) per i quali è stata tolta l’esenzione al pagamento dell’IMU sulla abitazione detenuta in Italia. 
La seconda riguarda i concessionari  delle aree demaniali e i locatori finanziari di immobili in  leasing, anche per loro con l’entrata in vigore della Nuova imposta, saranno tenuti al pagamento dell’Imu.
 
Chi deve pagarla?
La nuova IMU va pagata da tutti i proprietari in percentuale alla propria quota di proprietà, dai titolari di un diritto reale sull’immobile e, come appena visto,  dai titolari di un leasing su un immobile e dai concessionari demaniali
 
Le aliquote
Il Ministero dell’economia ha di fatto confermato le aliquote dello scorso anno prevedendo per le prime case appartenenti alle categorie catastali A/1, A/8 e A/9 un'aliquota ridotta del 5 per mille con la facoltà dei Comuni di ridurre o aumentare dell’un per mille detta aliquota e di applicare un’ulteriore riduzione di 200 euro.
Sulle seconde case viene applicata un’aliquota minima dell’8,6 per mille che può arrivare al 10,6 o maggiorata ulteriormente fino all’11,4 per mille in base alle esigenze del Comune.
Ogni Comune deve deliberare annualmente(entro il 28 febbraio) le aliquote da applicare e queste devono essere pubblicate sul sito finanze.it entroil 28 ottobre di ogni anno.
 
Quando e come si paga
Si può pagare in un’unica rata con scadenza al 16 giugno oppure si può optare per una rata di acconto (scadenza 16 giugno) ed una rata a saldo (scadenza 16 dicembre) di pari importo.Questo secondo modo di pagamento è quello adottato dalla maggior parte dei contribuenti.
La nuova IMU può essere pagata con bollettino postale, con F24 ordinario o tramite la piattaforma PagoPA.
 
Novità 2020: il ravvedimento operoso
La novità più importante è l'introduzione del ravvedimento operoso per coloro che pagano in ritardo questa tassa. 
Il ravvedimento operoso è uno strumento che il fisco mette a disposizione dei cittadini nel caso paghino in ritardo un'imposta o una tassa.  
Con ravvedimento la sanzione applicata si paga in base ai giorni di ritardo ed è in percentuale nettamente inferiore alla sanzione ordinaria che può arrivare anche al 30%.
Il ravvedimento operoso può essere:
Sprint: se effettuato entro 14 giorni dalla scadenza e paga lo 0,1% di sanzione per ogni giorno di ritardo;
Breve: da 15 a 30 giorni con una sanzione dell’1,5%;
Intermedio Entro 90 giorni, la cui sanzione corrisponde a 1,67%;
Lungo: se pagato oltre al novantesimo giorno ed entro un anno di ritardo paga il 3,75% di sanzione;
Lunghissimo Entro due anni dall’omissione del pagamento paga una sanzione del 4,29%;
Ultra biennale se il pagamento viene effettuato con oltre i due anni di ritardo la sanzione sale al 5%.
Alle sanzioni vanno aggiunti anche gli interessi di mora.
 
 
 
 
 

Trova il tuo mutuo
Mutuo richiesto
  €
Durata
 anni
Valore immobile
  €
Cerca mutuo
© 2010-2020 FairOne S.p.A. - P. IVA 06936210969 
- Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM n. M215 - MutuiSupermarket.it è un servizio a Impatto Zero ©
Richiesto – Calcolalo ora