Consulenza gratuita

800 901 900

Se vuoi chiamiamo noi

Condividi su:

Piano Casa: le nuove misure per il rilancio del settore immobiliare

Trova il tuo mutuo

€ 

News mutui
News mutui
Piano Casa: le nuove misure per il rilancio del settore immobiliare

Piano Casa: le nuove misure per il rilancio del settore immobiliare

Piano Casa: le nuove misure per il rilancio del settore immobiliare
cornice immagine news


Il settore immobiliare negli ultimi anni ha vissuto un periodo di forte crisi sia in termini di numero di compravendite(-26% nel 2012 e -9% nel 2013) sia in termini di prezzo al metro quadro (-5,6% nel 2012 e -4,3% nel 2013). L’immobiliare ha dimensioni davvero rilevanti per l’economia italiana, basti pensare che gli investimenti in costruzioni, gli affitti e i servizi di intermediazione rappresentano un quinto del PIL italiano e i mutui erogati alle famiglie per l’acquisto della casa sono pari a un terzo del totale degli impieghi bancari.

Il governo ha annunciato una serie di manovre in sostegno del settore immobiliare nella speranza che un suo rilancio faccia da volano per l’economia dell’intero paese:

  • misure a sostegno degli inquilini;
  • misure a sostegno dei proprietari di case date in locazione;
  • allentamento dei vincoli sul bonus mobili.

Le misure a sostegno degli inquilini prevedono il rifinanziamento del Fondo Affitti e del Fondo Morosità Incolpevoli per garantire un immediato sostegno alle famiglie con maggiori difficolta economiche. Il governo ha stanziato 400 milioni per la ristrutturazione di immobili di edilizia popolare e favorirne la vendita agli attuali inquilini. Gli inquilini di alloggi popolari, inoltre, potranno detrarre il canone di locazione fino a 900 euro annui con redditi fino a € 15.500, fino a 450 euro annui con redditi fino a € 31.000.

I proprietari di immobili locati con canone concordato vedranno ridursi l’imposizione fiscale da cedolare secca: l’aliquota infatti scenderà dal 15% al 10%.

L’ultimo intervento riguarda il bonus mobili: ad oggi le spese detraibili per i mobili acquistati in concomitanza di lavori di ristrutturazione non potevano in alcun modo superare le spese per la ristrutturazione stessa. Il governo intende consentire la detrazione totale delle spese per i mobili purché non superino i 10.000 euro.

Trova il tuo mutuo
Mutuo richiesto
  €
Durata
anni
Valore immobile
  €
Cerca mutuo
© 2010-2016 FairOne S.p.A. - P. IVA
- Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM n. M215 - MutuiSupermarket.it è un servizio a Impatto Zero ©
Richiesto – Calcolalo ora