Consulenza gratuita

800 901 900

Se vuoi chiamiamo noi

Condividi su:

Richieste mutuo: in calo dell'8% nei primi 6 mesi del 2011

Trova il tuo mutuo

€ 

News mutui
News mutui
Richieste mutuo: in calo dell'8% nei primi 6 mesi del 2011

Richieste mutuo: in calo dell'8% nei primi 6 mesi del 2011

Richieste mutuo: in calo dell'8% nei primi 6 mesi del 2011
cornice immagine news


Le domande di mutuo delle famiglie italiane a giugno hanno registrato una diminuzione del 17% rispetto allo stesso periodo del 2010. Si è trattato della diminuzione più accentuata dal gennaio 2007. Già a febbraio e mese dopo mese, la diminuzione aveva accelerato la sua corsa portando le richieste di mutui, nel primo semestre dell'anno, a un complessivo -8% rispetto allo stesso periodo del 2010.

I dati, resi noti nell'ultima edizione del Barometro Crif, sono la conseguente reazione delle famiglie italiane alle difficoltà dei mercati, alla crisi della Grecia, alla debolezza del mercato del lavoro e ai primi rialzi dei tassi da parte della Bce. Il trend rialzista di questi ultimi non dovrebbe tuttavia frenare la crescita delle erogazioni, vista da Crif in aumento. A fine anno la crescita delle consistenze dei mutui dovrebbe assestarsi intorno al 7%. Tutto da valutare ancora è l'effetto delle politiche di offerta attente al controllo del rischio che potrebbero influenzare l'incremento del mercato. Altra fonte d'incertezza, i cui effetti sono ancora da valutare, è contenuta nel Decreto sviluppo tra i cui emendamenti c'è l'8 bis, che prevede la cancellazione dalle centrali rischi pubbliche e private di una serie di informazioni sui finanziamenti, rendendo così più difficile distinguere la qualità dei pagatori.

Nel complesso, durante il primo semestre dell'anno, è stata rilevata da Crif una maggiore disponibilità da parte degli istituti di credito alla concessione di mutui, dovuta anche a un miglioramento dei livelli di rischiosità. Il tasso di default, che misura le nuove sofferenze e i ritardi di sei o più rate nell'ultimo anno di rilevazione, si è assestato all'1,8% contro il 2,3% di 12 mesi fa. In ambito territoriale, i cali di richieste più forti si sono registrati in Umbria e Valle d'Aosta (-13%), nelle Marche (-12%), in Trentino-Alto Adige e in Puglia (-11%), quindi in Toscana e in Campania (-10%). Le famiglie hanno richiesto mutui con durata medio-lunga (il 50% ha scelto durate comprese tra i 20 e i 30 anni), mentre l’importo medio nel semestre è stato pari a 137.000 Euro, vale a dire il 2,2% in meno rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.

Trova il tuo mutuo
Mutuo richiesto
  €
Durata
anni
Valore immobile
  €
Cerca mutuo
© 2010-2017 FairOne S.p.A. - P. IVA
- Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM n. M215 - MutuiSupermarket.it è un servizio a Impatto Zero ©
Richiesto – Calcolalo ora