Consulenza gratuita

800 901 900

Se vuoi chiamiamo noi

Condividi su:

Sospensione mutuo: dal 2015 nuova opportunità

Trova il tuo mutuo

€ 

News mutui
News mutui
Sospensione mutuo: dal 2015 nuova opportunità

Sospensione mutuo: dal 2015 nuova opportunità

Sospensione mutuo: dal 2015 nuova opportunità
cornice immagine news


Uno degli emendamenti alla Legge di Stabilità, attualmente in discussione nelle aule del Parlamento, introduce nuovamente la possibilità per i mutuatari che ne faranno richiesta di sospendere il pagamento della rata del mutuo per il triennio 2015-1017. Proposta dal deputato Cariello e approvata dalla Commissione Bilancio della Camera dei Deputati, potrebbe rivelarsi una vera e propria boccata di ossigeno per le famiglie italiane che hanno difficoltà nel rimborso del mutuo e vogliono evitare il pericolo dell’insolvenza che condizionerebbe notevolmente le successive possibilità di accesso al credito.

Tuttavia, occorre entrare nel dettaglio del testo per accorgersi che può essere sospeso esclusivamente il pagamento della quota capitale della rata mensile: in altri termini, data la composizione capitale più interessi, il mutuatario può richiedere la sospensione di una parte dell’esborso mensile per il prossimo triennio ma dovrà provvedere ugualmente al versamento alla banca della quota di interessi. A conti fatti, dunque, l’emendamento prevede una riduzione dell’esborso mensile per il mutuo – peraltro ben accetto da parte di chi fatica a far quadrare il bilancio mensile familiare – e non di una vera e propria sospensione della rata del mutuo: il periodo di mancato rimborso, infatti, allungherà automaticamente la durata complessiva del mutuo e, di conseguenza, il costo complessivo del finanziamento.

La misura, quindi, si pone essenzialmente l’obiettivo di stimolare la ripresa facendo aumentare la liquidità a disposizione delle famiglie: l’aumento del denaro in circolazione, infatti, dovrebbe ridurne ulteriormente il costo, oltre ad evitare il rischio di insolvenze; le banche, infatti, non correrebbero alcun rischio aggiuntivo: l’ipoteca iscritta in origine e la continuità nei versamenti degli interessi, infatti, rappresentano i fattori principali nel garantire la copertura del mutuo erogato.

In definitiva, quel che interessa le famiglie è riassunto nella domanda seguente: conviene sospendere il mutuo per 3 anni? La risposta deve tenere fortemente in considerazione la situazione soggettiva del singolo mutuatario: non trattandosi di un’operazione a costo zero, la sospensione dovrebbere essere considerata in caso di necessità finanziarie di breve e medio periodo.

Trova il tuo mutuo
Mutuo richiesto
  €
Durata
anni
Valore immobile
  €
Cerca mutuo
© 2010-2017 FairOne S.p.A. - P. IVA
- Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM n. M215 - MutuiSupermarket.it è un servizio a Impatto Zero ©
Richiesto – Calcolalo ora