Consulenza gratuita

800 901 900

Se vuoi chiamiamo noi

Condividi su:

Voto positivo ai mutui d’autunno

Trova il tuo mutuo

€ 

News mutui
News mutui
Voto positivo ai mutui d’autunno

Voto positivo ai mutui d’autunno

Voto positivo ai mutui d’autunno
cornice immagine news


Buono a sapersi: riparte il mercato delle case. In tre mesi c’è stato un balzo del 21,8%. I tassi ai minimi e i prezzi in calo hanno spinto le compravendite. Sicuramente un indicatore che ha influito sulla ripresa è dato dai prezzi delle case, particolarmente appetibili da qualche tempo a questa parte. Infatti, se il numero delle transazioni è in rapido incremento, i valori degli immobili invece è ancora al ribasso, ma meno di quanto accadeva nel passato e sta puntando verso la stabilità. 

In corrispondenza con i prezzi in calo, un ruolo non di scarso rilievo è rappresentato dai bonus casa, che comprendono le detrazioni fiscali per il risparmio energetico e per le ristrutturazioni. Se oggi stipulare un mutuo per comprare casa, presenta condizioni indubbiamente incoraggianti, la scelta del Governo di continuare a prorogare i bonus casa è un tassello che si aggiunge agli altri. I due bonus messi a disposizione dei cittadini riguardano quindi la detrazione del 50% sulle ristrutturazioni e del 65% per il risparmio energetico. La detrazione delle spese di ristrutturazione, da ripartire in 10 rate annuali, può essere effettuata su un importo massimo di 96 mila euro, a cui si può abbinare la riduzione delle spese sostenute per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici di classe energetica A+ o superiore. Stessa ripartizione in 10 anni per gli interventi di riqualificazione energetica, mentre la detrazione si applica su un valore massimo variabile dai 30 ai 100 mila euro, in base alla tipologia di intervento.

Ma questo rilancio dei mutui è da attribuire, anche e soprattutto, alle politiche economiche e monetarie portate avanti dalla Banca Centrale Europea: per favorire la ripresa economica la BCE ha dapprima ridotto al minimo i tassi di interesse di riferimento per il credito al consumo, dopodiché ha immesso nuova liquidità nel sistema e resi negativi gli interessi per i depositi interbancari. Dopo anni di stasi legati alle difficoltà bancarie prodotte dalla crisi economica, le banche sono tornate a favorire il credito nei confronti delle imprese e delle famiglie. Attenzione a cosa accadrà a marzo 2017, quando scadrà il Quantitative Easing, l’insieme di misure che ha reso conveniente l’accesso al credito: ora che le banche stanno offrendo mutui a costi vantaggiosi, i clienti hanno maggiore margine di scelta sulla formula che meglio si addice alle proprie esigenze familiari.

Trova il tuo mutuo
Mutuo richiesto
  €
Durata
anni
Valore immobile
  €
Cerca mutuo
© 2010-2016 FairOne S.p.A. - P. IVA
- Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM n. M215 - MutuiSupermarket.it è un servizio a Impatto Zero ©
Richiesto – Calcolalo ora