Menu

Per il mercato dei mutui il 2016 è stato un anno spumeggiante

News mutui
News mutui
Trova il tuo mutuo
Importo mutuo
Durata
Valore immobile
Per il mercato dei mutui il 2016 è stato un anno spumeggiante
Condividi su:
di
Per il mercato dei mutui il 2016 è stato un anno spumeggiante

Sull’immobiliare è tornata la fiducia. Le occasioni per chi sta cercando casa non mancano, dopo il forte calo dei prezzi dal 2007 in poi. Anche il nuovo anno vedrà ancora quotazioni stabili. L’anno in via di conclusione è stato molto favorevole: i “mutui 2016” sono stati così convenienti come non capitava da diversi anni a questa parte. Il merito è da attribuirsi ai tassi d’interesse “leggeri”, che hanno toccato più volte valori da record registrando minimi storici. 

Da questo punto di vista, l’anno che ci stiamo per mettere alle spalle è stato più frizzante grazie alla politica di Quantitative Easing messa in campo dalla Banca Centrale Europea, che ha indotto gli istituti di credito a iniettare liquidità nel sistema concedendo finanziamenti a tassi agevolati. Il 2016 si può tranquillamente ricordare come un anno in cui gli italiani sono tornati a mettere su casa: nei primi undici mesi, secondo CRIF il numero delle nuove istruttorie è aumentato infatti del 12.7% rispetto allo stesso periodo del 2015. Inoltre, secondo i dati forniti dal 41° Osservatorio del Credito al Dettaglio, nei primi nove mesi del 2016 è cresciuto del 34% il numero di mutui finalizzati all’acquisto di una nuova casa (su base annua).

A rendere un po’ meno positivo il quadro in questione, ci hanno pensato le sofferenze bancarie e l’instabilità del sistema creditizio, interessato da diversi provvedimenti istituzionali finalizzati a migliorare la situazione.

All’orizzonte poi si sta preparando un rialzo dei tassi d’interesse sui mutui. Il cambio di passo della Fed in America e il recente rialzo degli indici a cui sono parametrati i nostri mutui portano a prevedere un incremento in arrivo per il 2017 in particolare per i tassi fissi. Oggi la situazione vede l’Euribor al negativo, cosa che ha determinato i tassi di interesse ai minimi storici ma si sta assistendo ad un nuovo innalzamento dello Spread, che provoca un maggiore costo di approvvigionamento di denaro dalle Banche. 

I tassi, anche se stanno piano piano aumentando, sono ancora convenienti e in generale le banche rimangono orientate verso una politica aggressiva per quanto riguarda la concorrenza. Questo clima dovrebbe far riflettere: il periodo dello shopping a tassi leggeri sta per volgere al termine…

Trova il tuo mutuo
Mutuo richiesto
  €
Durata
anni
Valore immobile
  €
Cerca mutuo
© 2010-2017 FairOne S.p.A. - P. IVA  
- Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM n. M215 - MutuiSupermarket.it è un servizio a Impatto Zero ©
Richiesto – Calcolalo ora