Tasso usurario

Trova il tuo mutuo
Importo mutuo
Durata
Valore immobile

Il tasso usurario rappresenta il tetto massimo oltre il quale i tassi di interesse sono considerati illegali. Tale limite, in base all'Art.2 della L.108/1996, era calcolato – fino al 14 maggio 2011 – aumentando del 50% il tasso medio risultante dall'ultima rilevazione pubblicata nella Gazzetta Ufficiale relativamente alla categoria di operazioni in cui il credito è compreso (categoria omogenea); dal 14 maggio 2011, in base al d.l. 70, il calcolo del limite è stato modificato: attualmente, infatti, viene calcolato aumentando il tasso medio del 25%, cui va aggiunto un margine ulteriore del 4%. Tuttavia, la differenza tra tale limite e il tasso medio non può essere superiore all'8%.

In particolare, la classificazione delle operazioni per categorie omogenee – che tiene conto della natura, dell'oggetto, dell'importo, della durata, dei rischi e delle garanzie – è effettuata annualmente dal Ministero dell'Economia e delle Finanze, che affida alla Banca d'Italia la rilevazione dei dati; quest'ultima rileva trimestralmente il Tasso Effettivo Globale Medio (TEGM): comprensivo di commissioni, di remunerazioni a qualsiasi titolo e spese, escluse quelle per imposte e tasse, si riferisce agli interessi annuali praticati dalle banche e dagli intermediari finanziari per operazioni della stessa natura.

L'Art. 644 del codice penale, inoltre, definisce usurari anche quei tassi di interesse che non superano tale limite ma risultano comunque sproporzionati rispetto alla prestazione di denaro (o di altra utilità) quando chi li ha dati o promessi si trova in condizioni di difficoltà economica o finanziaria.

Trova il tuo mutuo
Mutuo richiesto
  €
Tipo di Tasso
Durata
 anni
Finalità mutuo
Valore immobile
  €
Prov. immobile
Cerca mutuo
© 2010-2020 FairOne S.p.A. - P. IVA 06936210969 
- Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM n. M215 - MutuiSupermarket.it è un servizio a Impatto Zero ©
Richiesto – Calcolalo ora