Consulenza gratuita

800 901 900

Se vuoi chiamiamo noi

Condividi su:

Mutui Intesa Sanpaolo: a novembre meno spese e nuove offerte

Trova il tuo mutuo

€ 

News mutui
News mutui
Mutui Intesa Sanpaolo: a novembre meno spese e nuove offerte

Mutui Intesa Sanpaolo: a novembre meno spese e nuove offerte

Mutui Intesa Sanpaolo: a novembre meno spese e nuove offerte
cornice immagine news


Il mese di novembre inizia con grandi novità per coloro che richiederanno il mutuo alla Banca Intesa Sanpaolo entro il 31 dicembre 2014: il grande gruppo italiano, infatti, lancia la nuova ‘Campagna mutui 1,85%’. Oltre a prorogare l’offerta in vigore nel mese di ottobre, continuando a farsi carico dell’imposta sostituiva, la banca introduce uno sconto dello 0,55% sul tasso di interesse rispetto alle condizioni economiche vigenti al momento della stipula del mutuo. Rispetto al mese precedente, quindi, i vantaggi sono estesi anche ai richiedenti che vogliono investire nell’acquisto di una seconda casa e a coloro che richiedono un mutuo di surroga per ottenere un forte risparmio sugli interessi versati alla vecchia banca che ha rilasciato il mutuo precedente.

La nuova campagna risulta davvero vantaggiosa: ai clienti che richiederanno un mutuo a tasso variabile di importo pari o inferiore al 50% del valore dell’immobile, infatti, sarà applicato uno spread dell’1,85% per tutte le durate previste (anche fino a 40 anni per gli under 35); ma anche per i clienti interessati al Mutuo Domus a tasso fisso il risparmio sarà garantito: ad esempio, per un mutuo di 100.000 euro per l’acquisto di una casa del valore di 200.000 (LTV pari al 50%), rimborsabile in 10 anni, verrà applicato un tasso finito (TAN) pari al 3,30%.

L’assenza dell’imposta sostitutiva non è l’unico vantaggio previsto dalla Banca per contenere il costo totale del mutuo a carico del cliente: Intesa Sanpaolo dà un taglio anche alle spese previste per ‘istruire’ la pratica di mutuo, determinando anch’esse in base alla percentuale di intervento del mutuo rispetto al valore della casa (LTV). Facendo riferimento all’esempio precedente (importo del mutuo 100.000 euro, valore dell’immobile 200.000 euro), sia per i mutui a tasso fisso che per i mutui a tasso variabile, le spese di istruttoria si riducono notevolmente passando da 900 euro a 400 euro: un ulteriore risparmio di 500 euro per il futuro mutuatario.

Trova il tuo mutuo
Mutuo richiesto
  €
Durata
anni
Valore immobile
  €
Cerca mutuo
© 2010-2017 FairOne S.p.A. - P. IVA
- Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM n. M215 - MutuiSupermarket.it è un servizio a Impatto Zero ©
Richiesto – Calcolalo ora