Tassi bassi rilanciano la corsa ai mutui per la casa

Trova il tuo mutuo
Importo mutuo
Durata
Valore immobile
Tassi bassi rilanciano la corsa ai mutui per la casa
Condividi su:
La Stampa

Visualizza l'articolo originale in PDF
Pubblicato il

Il momento per accendere un mutuo per l'acquisto della prima casa rimane ancora molto favorevole. In questi primi giorni di gennaio i tassi applicati sono ancora bassissimi con l'Irs (l'indice di riferimento per il tasso fisso) a 20 anni che è allo 0,60% (circa lo 0,20% in più rispetto alla media di dicembre). L'Euribor (tasso variabile) a 3 mesi è invece negativo a quota -0,57% (0,01% in più rispetto alla media di dicembre). A questi livelli va poi applicato lo spread deciso da ogni singola banca che tuttavia è limitato. Il risultato è un fisso «finito» sotto quota 1% per la maggior parte delle proposte più convenienti oggi sul mercato (significa rate intorno ai 450 euro per un prestito da l00mila euro da 20 anni). Il variabile invece oggi ha un Taeg in area 0,50-0,60% per le offerte più vantaggiose (rata intorno ai 430 euro sempre per lo stesso importo e durata). Chi sta pensando al progetto di acquisto con un prestito può quindi ancora ottenere rate basse e, nel caso del tasso fisso, invariate per tutto il periodo di durata del finanziamento. Questo in un contesto in cui il tasso d'inflazione è in risalita e pesa sul budget di fine mese delle famiglie. Nel panorama generale di rincari, il mutuo rimane quindi ancora molto conveniente in termini reali. «Attualmente la forte liquidità di cui godono gli istituti di credito sta portando ad un allineamento dell'offerta bancaria su spread abbastanza contenuti. Riteniamo però – afferma Renato Landoni, Presidente Kìron Partner SpA – che nel prossimo futuro si possa determinare un leggero aumento dei tassi di interesse. I tassi resteranno comunque a valori molto bassi rispetto al passato e permetteranno così di ottenere accesso ai finanziamenti a condizioni convenienti anche per il 2022». Se il periodo è d'oro, i vantaggi sono anche più grandi per i giovani: gli under 36 sono favoriti dalla garanzia del Fondo Consap, che copre da un minimo del 50% del capitale finanziato ad un massimo dell'80% per ISEE non superiore ai 40.000 euro. «Si tratta di un importante aiuto per i più giovani - dice Nicoletta Papucci, Marketing Manager MutuiOnline.it -. I risultati già si vedono e sono mostrati dal forte incremento delle erogazioni dei finanziamenti prima casa erogati a partire da giugno, quando è stata emanata la norma con le agevolazioni per gli under 36». I dati dell'OsservatorioMutuiOnline.it indicano un balzo delle domande prima casa con una forte spinta dai giovani: nel quarto trimestre 2020 solo il 48, 4% delle richieste erano per mutui acquisto prima casa, ora sono ben il 72% del totale (+48,8%). È interessante notare come a novembre 2021 1'85% dei mutui richiesti da under 36 su MutuiOnline.it erano finanziamenti Consap o con agevolazioni governative. «I mutui under 36 rimarranno un'oasi felice anche con i tassi in salita» sostiene Guido Bertolino, Responsabile Business Development di MutuiSupermarket.it. Anche l'Osservatorio MutuiSupermarket.it ha rilevato una grande richiesta di mutui per l'acquisto della prima casa da parte dei più giovani, cresciuta dal 38% di gennaio al 56% di inizio dicembre 2021.
Le misure a favore dei più giovani hanno riportato in primo piano anche l'interesse per i mutui che coprono il 100% del valore dell'immobile. È un terreno percorso soprattutto da chi ha livelli di reddito contenuti. «Chi è interessato a questa formula, nella maggior parte dei casi ha bisogno di meno di 150 mila euro di finanziamento, ha sotto i 36 anni (il 71%) e guadagna meno di 1.500 euro al mese» spiega Nicoletta Papucci di MutuiOnline.it. Anche i mutui "mutui green" sono sempre più di moda. «Costituiscono uno dei fenomeni in crescita degli ultimi mesi, grazie anche all'offerta sempre più ricca degli istituti di credito - spiega l'esperta-. Chi richiede un mutuo green cerca un mutuo a tasso fisso con durate principalmente tra i 26 e 30 anni e di valore superiore ai 150.000 euro. Più della metà dei richiedenti sono del nord Italia e sono principalmente giovani, infatti 1 su 2 ha sotto i36 anni». 
L'idea è che questo tipo di finanziamento verde possa crescere sempre di più nei prossimi mesi. Si tratta di prestiti che sono rivolti a chi si impegna negli sforzi per l'ambiente, con materiali ecologici, serramenti verdi, strutture che consumano meno energia e così via. I mutui green prevedono una serie di benefici: in genere si va dallo sconto sul tasso di interesse, normalmente pari allo 0,10%, sino ai prodotti assicurativi gratuiti o ai servizi consulenza ambientale per migliorare l'efficienza energetica dell'abitazione. I mutui verdi possono essere richiesti per quegli immobili che sono già in fascia «A» o «B», vale a dire che sono già caratterizzati da un livello di efficienza energetica molto alto ma anche per quelli che saliranno di fascia. 

Trova il tuo mutuo
Mutuo richiesto
  €
Durata
 anni
Valore immobile
  €
Cerca mutuo
© 2010-2022 FairOne S.p.A. - P. IVA 06936210969 
- Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM n. M215 - MutuiSupermarket.it è un servizio a Impatto Zero ©
Richiesto – Calcolalo ora