I trucchi per un prestito scontato «Basta chiedere 5mila euro in meno»

Trova il tuo mutuo
Importo mutuo
Durata
Valore immobile
I trucchi per un prestito scontato «Basta chiedere 5mila euro in meno»
Condividi su:
QN Quotidiano Nazionale

Visualizza l'articolo originale in PDF
Pubblicato il

Il mercato dei mutui riparte. I dati della Banca d’Italia riferiti al secondo trimestre mostrano un più 68% rispetto allo stesso periodo del 2014. E i flussi di erogato nella prima metà dell’anno ha toccato i 17,3 miliardi (incremento del 52,8%). Andamento che, osservando il canale delle erogazioni intermediate online, rileva Stefano Rossini, AD e fondatore di MutuiSupermarket (www.mutuisupermarket.it) prosegue, come emerge dalla Bussola sui mutui relativa al terzo trimestre realizzata da MutuiSupermarket e Crif. Un fenomeno che riguarda anche i finanziamenti concessi alle giovani coppie e a chi dispone di un reddito mensile netto inferiore a 1.500 euro. Sebbene resti prevalente e in crescita la fascia di richiedenti oltre i 46 anni, mentre il segmento dei 36-45enni copre il 32% delle erogazioni e gli under 35 arrivano al 18%. Fascia, quest’ultima, dove si colloca anche la maggioranza dei precari.

Stanno funzionando per i giovani strumenti come il nuovo Fondo di garanzia?

«Interventi come questi hanno un loro valore ma essendo finanziariamente limitati non spostano più di tanto il mercato».

Quindi a che cosa si deve la ripartenza dei mutui anche per gli under 35?

«A tre fattori. Un clima di maggiore fiducia sull’andamento dell’economia spinge maggiormente a impegnarsi con un mutuo anche di 25 o 30 anni. Il secondo aspetto è la percezione che la discesa dei prezzi del mattone sia ormai a fine corsa. E quindi questo potrebbero essere il momento migliore per investire nell’immobiliare».

E il terzo fattore?

«È quello più importante e riguarda la maggiore disponibilità delle banche a concedere i mutui. Ora gli istituti sono pieni di liquidità e con i tassi dell’interbancario ai minimi hanno scoperto che è molto più redditizio utilizzare il denaro per i mutui, che hanno inoltre una percentuale di default solo dell’1,8%. Le offerte con spread molto bassi, che per i variabili partono dall’1,3-1,4%, non riguardano più le promozioni civetta riservate ai mutui pari al 50% del valore dell’immobile ma si sono allargate al 70-80% che poi rappresenta il vero mercato dei mutui. E si è tornati a finanziare fino al 95% del valore dell’immobile senza richiedere garanzie aggiuntive».

Che consigli darebbe a una giovane coppia per la scelta del mutuo?

«Meglio evitare il fai-da-te ma affidarsi a chi permette una comparazione tra oltre sessanta banche. Ma è importante valutare anche la percentuale sul valore dell’immobile di mutuo richiesta. A volte basta chiedere 5 mila euro in meno per avere uno sconto di 20 punti base. Un altro consiglio, anche per i giovani che magari hanno stipulato un mutuo qualche anno fa, è di surrogarlo. Pensi che cambiare oggi un mutuo di 120mila euro con durata vent’anni acceso nel 2012 consente di risparmiare 37 mila euro di interessi se fisso e 17 mila se variabile».

Trova il tuo mutuo
Mutuo richiesto
  €
Durata
 anni
Valore immobile
  €
Cerca mutuo
© 2010-2020 FairOne S.p.A. - P. IVA 06936210969 
- Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM n. M215 - MutuiSupermarket.it è un servizio a Impatto Zero ©
Richiesto – Calcolalo ora