Andamento del mercato primo trimestre, l'erogazione dei mutui

Trova il tuo mutuo
Importo mutuo
Durata
Valore immobile
Andamento del mercato primo trimestre, l'erogazione dei mutui
Condividi su:
NOTIZIE MUTUO
- di |
Andamento del mercato primo trimestre, l'erogazione dei mutui

Sull’erogazione dei mutui per il primo trimestre 2022 arrivano i dati di Banca d’Italia in cui è chiarissimo un brusco calo delle erogazioni: -8,2% rispetto allo stesso trimestre del 2021. Nel medesimo periodo però le compravendite hanno segnato un incremento del 12% rispetto al I trimestre 2021. Se ne deduce che non è mancata la componente mutui acquisto, quindi la contrazione è daimputare alla forte contrazione dei mutui con finalità diversa dall’acquisto, surroga in primis.

In aggiunta a questo, anche il barometro CRIF ci aiuta a fare delle considerazioni importanti e i dati pubblicati dall’ente, sull’andamento della domanda di mutui nel primo semestre 2022 segnano una fortissima contrazione pari al 23,4% rispetto alla prima metà del 2021. Questo dato è sicuramente spiegato in parte dalla contrazione della domanda di mutui surroga e in parte dal periodo di incertezza attuale in cui oltre all’aumento del costo del denaro, la crescita dell’inflazione e la guerra in Ucraina lasciano prefigurare una prossima recessione.

Non è sicuramente una novità che il mercato immobiliare e quello dei mutui in particolare è estremamente sensibile all’incertezza. Una contrazione così importante della domanda nella prima parte dell’anno lascia presupporre un ulteriore rallentamento delle erogazioni nel corso del 2022 che con ogni probabilità vedrà un totale erogato ben lontano dai 60 miliardi registrati lo scorso anno.

A tutto questo possiamo aggiungere che il mese di Luglio 2022 è protagonista nel ritorno del terreno positivo per l’Euribor a 3 mesi, non accadeva dal 20 aprile 2015 più di 7 anni fa. Ma non solo, luglio è stato il primo mese da inizio anno in cui gli indici IRS non salgono rispetto al mese precedente. È noto come negli ultimi sei mesi, ogni mese, i mutui  a tasso fisso sono cresciuti mediamente di decine di punti  base, questo è il primo mese in cui i dati ci mostrano un segno meno.

Questi ultimi dati dell’andamento di mercato mostrano un trend disallineato tra IRS ed Euribor dovuto alla prospettiva  di visibilità di questi due indici. L’Euribor ha una prospettiva di visibilità dei prossimi tre mesi e si sta avvicinando dove la BCE andrà a fissare il costo del denaro.

Al contrario, l’IRS ha una visibilità che guarda ai prossimi vent’anni e in considerazione che le varie autorità economiche stanno paventando la possibilità di una recessione, implica in qualche modo che la BCE andrà a rallentare il ritmo di crescita del denaro rispetto alle aspettative di mercato. Ciò significa che continuerà l’aumento del denaro per contrastare l’inflazione, ma sarà con tempistiche più blande e di conseguenza l’indice del tasso fisso andrà a diminuire.

Trova il tuo mutuo
Mutuo richiesto
  €
Durata
 anni
Valore immobile
  €
Cerca mutuo
© 2010-2022 FairOne S.p.A. - P. IVA 06936210969 
- Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM n. M215 - MutuiSupermarket.it è un servizio a Impatto Zero ©
Richiesto – Calcolalo ora