Andamento tassi mutui ad aprile 2020

Trova il tuo mutuo
Importo mutuo
Durata
Valore immobile
Andamento tassi mutui ad aprile 2020
Condividi su:
NOTIZIE MUTUO
- di |
Andamento tassi mutui ad aprile 2020

Da una settimana l’Italia sta cercando faticosamente di ripartire a piccoli passi, dopo un lockdown durato quasi due mesi- Le aziende produttive ed alcune attività commerciali hanno riaperto, questo fa sperare che, quanto prima, torneremo alla normalità. Questa emergenza sanitaria, a causa del suo prolungarsi, ha portato ad una crisi economica senza precedenti, se si esclude il periodo post bellico, ed ha colpito più o meno tutti i settori economici e produttivi del nostro paese.
Il 2020 era partito sotto i migliori auspici per il settore immobiliare che, nel primo bimestre del’anno aveva registrato una ripresa del numero di compravendite ed un leggero rialzo dei prezzi a metro quadro, con, come abbiamo visto nell’articolo sulla Bussola CRIF conseguente impennata di richieste di mutui, sia nuovi legati all’acquisto di casa che di surroga dovuta al calo dei tassi.
A marzo le Borse sono state travolte da questo esserino sconosciuto che ha destabilizzato i mercati di tutto il mondo. Dapprima si sono rese al nemico invisibile crollando a picco, poi si sono riprese registrando aumenti anche consistenti, ma l’instabilità sul mercato azionario, ha evidenziato un’ incertezza che, ovviamente, si è ripercossa anche sui mutui.
In questo articolo vediamo come questa instabilità, provocata dal covid-19, ha influito sull'andamento dei mutui nel mese di aprile.
 
Cosa era successo a marzo a causa del Covid 19
 
Nella prima metà Marzo, allo scoppiare della pandemia da Covid 19, a causa dell’instabilità dei mercati azionari e del crollo del prezzo del petrolio, gli investitori hanno differenziato i loro investimenti puntando sui cosiddetti “beni rifugio” come l'oro ed i titoli di stato tedeschi. 
La banca Americana per contrastare questa onda anomala, che ha trascinato al ribasso tutte le borse internazionali, ha abbassato i tassi d'interesse prima di uno 0.5% e successivamente di un ulteriore 0,25% provocando un conseguente calo degli indici IRS ed Euribor che si sono assestati intorno allo zero%.
Per la prima volta il divario tra tasso fisso e tasso variabile si è assottigliato a tal punto da essere pressoché inesistente.
 
Come sono cambiati i mutui ad aprile
 
Ad aprile, grazie alle rassicurazioni da parte dell’Unione Europea di sostegno all’economia, i mercati sono tornati a crescere ed hanno registrato ad un rialzo dell’Euris con oscillazione dei tassi fissi di poco sopra all’1%, mentre l’Euribor dopo l’andamento altalenante del mese precedente è rimasto pressoché costante.
Oltre al costo del denaro decisamente basso e l’aumento dello spread Btp-Bund che incide sulle politiche bancarie, in questo mese di aprile molte banche hanno registrato una oggettiva difficoltà nel verificare e concludere le tante pratiche di cui sono state sommerse. 
Infatti, oltre alle numerose pratiche già avviate prima del lockdown, relative alle richieste di surroga e richieste di nuovi mutui per acquisto casa, le banche sono state sommerse da numerose richieste di sospensione del mutuo e finanziamenti per le piccole e medie imprese. Richieste  previste dai vari  decreti emanati in questo periodo di emergenza per aiutare e sostenere i cittadini nelle varie difficoltà che possono incontrare. Della sospensione dei mutui ne abbiamo parlato qualche settimana fa in questo articolo https://www.mutuisupermarket.it/news-mutui/coronavirus-tutto-ci-che-devi-sapere-sulla-sospensione-del-mutuo/13812 , provvedimento messo a punto per quelle persone che iin assenza di lavoro rischiavano di essere messi in mora e di perdere la loro casa. Con la sospensione di mutuo, i mutuatari possono sospendere temporaneamente il pagamento delle rate di mutuo e la maggiore quota interessi dovuta al periodo di sospensione delle rate viena coperta dal fondo di garanzia dello stato.
 
Vediamo nel dettaglio come sono andati i mutui nel mese di aprile 2020, in piena pandemia.
Motivo della richiesta:
  • 53% delle richieste sono state per surroga di un mutuo già esistente; 
  • 37% delle richieste sono state inoltrate per l’acquisto di una abitazione;
  • il restante 10% per altri motivi.
Tasso richiesto: 
Fra tutte le richieste di mutuo pervenute alle banche, il 91% riguarda mutui a tasso fisso ed il restante 9% per mutui a tasso variabile.
Le migliori offerte registrate lo scorso mese di aprile, per mutui ventennali, per acquisto di casa, sono state rispettivamente dello 0,60% per i mutui a tasso fisso e dello 0,42% per i mutui a tasso variabile. Leggermente superiori  i tassi relativi alla richiesta di surroga.
Va detto che ogni Banca, in questo periodo, ha adottato azioni differenti, ad esempio BNL ha ridotto i tassi fissi relativi alla surroga di un mutuo già esistente di 25 punti base. Webank ha aumentato lo spread sui mutui a tasso fisso di 10 punti base, mentre Intesa Sanpaolo ha aumentato i tassi fissi di 15 punti base per i mutui acquisto casa e di 30 punti per le surroghe.
 
Vediamo ora nel dettaglio quali sono state le cinque migliori offerte registrate fra le banche del nostro circuito per una richiesta di surroga sia a tasso fisso che a tasso variabile, per un mutuo al 50% del valore dell’immobile per una durata ventennale.
Migliori offerte a tasso fisso:
  • Crédit Agricole TAN 0,64%, TAEG 0,70%;
  • BNL, Hello Bank e IWbank TAN 0,70%, TAEG  0,75%;
  • UniCredit  TAN 0,75% TAEG 0,79%.
Migliori mutui a tasso variabili:
  • UniCredit Euribor 3 mesi TAN 0,51%, TAEG 0,55%; 
  • IWBank  ed UBI Banca Euribor 1 mese, TAN 0,56%, TAEG 0,60%;
  • Intesa Sanpaolo Euribor 1 mese, TAN 0,50%, TAEG 0,63%; 
  • Credem Euribor 3 mesi, TAN 0,55%, TAEG 0,63%.
Da tutto ciò emerge che nonostante la pandemia i tassi dei mutui ad aprile si sono mantenuti bassi, facendo sperare in una tenuta del mercato immobiliare.

Trova il tuo mutuo
Mutuo richiesto
  €
Durata
 anni
Valore immobile
  €
Cerca mutuo
© 2010-2020 FairOne S.p.A. - P. IVA 06936210969 
- Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM n. M215 - MutuiSupermarket.it è un servizio a Impatto Zero ©
Richiesto – Calcolalo ora