La ripresa del Tasso Variabile soprattutto tra i più giovani

Trova il tuo mutuo
Importo mutuo
Durata
Valore immobile
La ripresa del Tasso Variabile soprattutto tra i più giovani
Condividi su:
NOTIZIE MUTUO
- di |
La ripresa del Tasso Variabile soprattutto tra i più giovani

A metà aprile molti istituti hanno sospeso la propria offerta di mutui a tasso fisso con alto Loan-to-Value assistita dalla garanzia del Fondo Consap. Tale offerta dedicata in particolar modo ai giovani under 36, rimane attiva solo con Intesa Sanpaolo che continua ad offrire il mutuo Consap a tasso fisso fino al 100% del prezzo di acquisto solo agli under 36 con ISEE non superiore ai 40.000 euro.

Nella seconda metà del 2021 e nei primi mesi del 2022 i mutui giovani con garanzia Consap hanno delineato il driver di crescita per i mutui acquisto casa. Purtroppo la sospensione dell’offerta da parte delle banche ha restituito una serie di conseguenze sulle richieste dei mutui. I dati ci mostrano che è leggermente diminuito l'interesse dei giovani relativo all’acquisto della prima casa: le richieste dei più giovani a marzo rappresentavano il 48% del totale delle richieste di mutuo, mentre a maggio questa percentuale è scesa al 44%.

Per molti giovani, l’acquisto della prima casa è possibile solo grazie all’accesso ad un mutuo che vada a finanziare la quasi totalità del prezzo di acquisto. La sospensione dei mutui a tasso fisso con garanzia Consap da un lato a allontanato alcuni richiedenti dall’idea di acquistare casa, dall’altro ha aumentato l’interesse per i mutui a tasso variabile, spesso unica possibilità per ottenere un finanziamento pari al 100% del prezzo di acquisto della prima casa.

Gli ultimi dati dell’Osservatorio MutuiSupermarket evidenziano questo trend: la quota di richieste di mutui a tasso variabile tra gli under 36 è cresciuta dal 2% di marzo al 22% di maggio. Anche il tasso variabile con cap ha visto una risalita: a marzo praticamente non era richiesto da nessuno, mentre adesso rappresenta il 4% delle richieste dei più giovani.

Malgrado l’attesa di tassi variabili in aumento, ad oggi il tasso variabile rappresenta in molti casi l'unica soluzione percorribile per l'ottenimento del mutuo ad alto LTV per i richiedenti più giovani. Tuttavia è importante ricordare che è sempre possibile cambiare tasso ricorrendo alla surroga: dopo il pagamento delle prime sei rate è possibile cambiare banca e surrogare il proprio mutuo a tasso variabile con uno a tasso fisso o con un nuovo mutuo a tasso variabile, magari con uno spread più basso che consenta di risparmiare sulla spesa per interessi.

Attualmente i migliori spread sui mutui a tasso variabile sono intorno all'1%, prima della crisi del nostro debito nel 2011 era possibile trovare offerte a tasso variabile con spread intorno allo 0,60%. E’ possibile che con la normalizzazione dell'Euribor, quindi con il suo ritorno in terreno positivo dopo circa 7 anni, le banche possano ridurre gli spread applicati ai propri mutui a tasso variabile.

Trova il tuo mutuo
Mutuo richiesto
  €
Durata
 anni
Valore immobile
  €
Cerca mutuo
© 2010-2022 FairOne S.p.A. - P. IVA 06936210969 
- Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM n. M215 - MutuiSupermarket.it è un servizio a Impatto Zero ©
Richiesto – Calcolalo ora