Mutuo giovani prima casa: come uscire dall'ISEE familiare

Trova il tuo mutuo
Importo mutuo
Durata
Valore immobile
Mutuo giovani prima casa: come uscire dall'ISEE familiare
Condividi su:
NOTIZIE MUTUO
- di |
Mutuo giovani prima casa: come uscire dall'ISEE familiare

Accedere al mutuo giovani prima casa, quando vivi ancora con i genitori potrebbe non essere fattibile, a causa del limite ISEE imposto per accedere alla misura. Tuttavia, è possibile aggirare questo ostacolo in modo lecito: vediamo come.

Mutuo prima casa giovani: come funziona

Il Decreto Sostegni Bis ha introdotto un’agevolazione molto interessante per i giovani al di sotto dei 36 anni che abbiano intenzione di acquistare la loro prima casa: la garanzia del Fondo Consap dell’80% sulla quota capitale del mutuo.

Dunque, per accedere alla misura, è necessario:

  • avere meno di 36 anni;
  • avere un ISEE inferiore ai 40 mila euro.

In possesso di tali requisiti, è possibile richiedere un finanziamento non superiore a 250mila euro per l’acquisto di un immobile (ad esclusione degli immobili di categoria catastale A/1, A/8 e A/9, cioè abitazioni di lusso, ville, palazzi o castelli) da adibire ad abitazione principale ed ottenere una garanzia del Fondo Consap pari all’80% della quota capitale del mutuo.

La misura, che si riferisce ai mutui stipulati tra il 26 maggio 2021 e il 30 giugno 2022, rischia però di rimanere inaccessibile per molti giovani, proprio a causa del limite ISEE imposto dal decreto.
Infatti, tra le categorie degli under 36 che potrebbero accedere all’agevolazione vi sono:

  • giovani coppie;
  • genitori single;
  • famiglie monoreddito con figli;
  • giovani conviventi con i genitori.

Se per le prime tre categorie risulta abbastanza facile non superare la soglia dell’ISEE, soprattutto in presenza di un solo reddito o di lavori poco remunerativi, per i giovani che vivono ancora a casa dei genitori non vale lo stesso discorso: l’ISEE, calcolato sommando redditi percepiti nell’anno e patrimoni mobiliari (tra cui conto corrente, carte di credito, automobili, ecc.)  ed immobiliari (cioè case o terreni) di tutti i componenti del nucleo familiare, può facilmente sforare il limite previsto per accedere alla misura.

Come scongiurare questo pericolo?

Come rimanere al di sotto del limite ISEE

Per evitare che il tuo ISEE risulti superiore ai 40 mila euro, in pratica, è sufficiente uscire dal nucleo familiare di origine. Per farlo le alternative sono:

  • fissare la residenza presso un altro soggetto: può essere un parente, un amico o il partner, ovviamente con un reddito ed un patrimonio mobiliare ed immobiliare tale che, sommato al tuo, non faccia lievitare l’ISEE oltre la soglia dei 40 mila euro;
  • andare a vivere da soli, uscendo così dal nucleo familiare.

Dunque, hai due possibilità:

  • prendere in affitto un appartamento e spostare lì la residenza;
  • dividere l’abitazione del nucleo familiare di origine in due appartamenti distinti (ovviamente sempre che ciò sia fattibile tecnicamente, ma soprattutto, economicamente conveniente), e spostare la residenza in una delle due unità abitative così ottenute.

In questo modo, l’ISEE sarà calcolato solo sui tuoi redditi ed eventuali possedimenti, e perciò, non dovrebbe superare la soglia richiesta per accedere al mutuo garantito per l’80% del capitale dal Fondo Consap dello Stato.

Leggi anche il nostro articolo Bonus prima casa: al via per i mutui under 36

Trova il tuo mutuo
Mutuo richiesto
  €
Durata
 anni
Valore immobile
  €
Cerca mutuo
© 2010-2021 FairOne S.p.A. - P. IVA 06936210969 
- Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM n. M215 - MutuiSupermarket.it è un servizio a Impatto Zero ©
Richiesto – Calcolalo ora