la Fiammata dei mutui

Trova il tuo mutuo
Importo mutuo
Durata
Valore immobile
la Fiammata dei mutui
Condividi su:
La Stampa

Visualizza l'articolo originale in PDF
Pubblicato il

La rata del mutuo, ad  aprile, diventerà più cara. L'indicazione ar­riva dal movimento dell'Irs, l'indice di riferimento del tasso fisso, quello scelto da oltre il 90% delle famiglie. Di recente è tornato di nuovo so­pra quota 1%: alla fine della scorsa settimana era all' 1,3% per i 20 anni, contro lo 0,30% di dicembre. 

Il cambio passo

Si tratta di un livello che non si vedeva dal 2019 e segnalal'av­vio di un cambio di passo per il costo del finanziamento per la casa. Per lungo tempo gli inte­ressi da pagare sono rimasti sui minimi storici. Con l' avvici­narsi di una stretta nelle politi­che monetarie e l'approssimar­si di un rialzo dei tassi ad ope­ra degli istituti centrali, il co­sto dei finanziamenti ricomin­cia a salire. Quali sono gli effet­ti sulle tasche delle famiglie? «Di fatto, il mese prossimo, la rata potrebbe costare circa 35 euro in più - spiegaGuidoBer­tolino, Responsabile Business Development di MutuiSuper­market.it -. È infatti probabile che i nuovi contratti vedranno un aumento del tasso d'inte­resse di 20 punti base a cui vanno aggiunti altri 40-60 punti base di risalita delle scorse set­timane». I mutui vengono cal­colati sulla base dell' andamen­to del costo del denaro del me­se precedente alla firma in banca.L'esperto sottolinea tut­tavia che è difficile fare previ­sioni perché la volatilità è mol­to alta. Le dichiarazioni della scorsa settimana di Christine Lagarde, numero uno della Bce che ha detto che in questo contesto l'Eurotower non farà mancare il proprio sostegno all'economia, hanno fatto in­dietreggiare l'Irs di qualche punto. Segno che il mercato si aspetta un passo più lento nel processo di revisione della po­litica monetaria. 

Anche l'Eurirs (a tre mesi), l'indice su cui sono tarati i mu­tui variabili, è salito rispetto a gennaio. Ha però fatto solo po­chi passi in avanti ed è ancora in territorio negativo (-0,50% la settimana scorsa) ma i futu­re quotati a Londra che guar­dano a questo barometro dan­no il raggiungimento di quota zero all'inizio del prossimo an­no. «La rata di questo tipo di fi­nanziamento è aumentata po­chissimo, di pochi euro al me­se con un rincaro complessivo che da qui a un anno sarà però sui 30 euro al mese», spiega Bertolino. 

Il credito in ordine sparso

Cosa succederà nei prossimi mesi è tutto da vedere. Intan­to le banche hanno iniziato ad alzare i tassi. Non tutte. Gli isti­tuti si stanno infatti muoven­do in ordine sparso. Molti han­no assorbito internamente gli aumenti e non li hanno riversa­ti sulla clientela. Per fare qual­che esempio, a marzo Intesa San paolo, che per un lungo pe­riodo era rimasta ferma, ha au­mentato i tassi fissi da 40 a 45 punti base, Credem ha ridotto gli spread sui mutui a tasso fisso fino a 15 punti base sui soli mutui acquisto, Banco Bpm ha ridotto gli spread di 5 punti base sui mutui a tasso fisso con finalità acquisto, Webank ha ridotto gli spread da 5 a 15 punti base sui mutuia tasso fis­so con finalità acquisto, Deu­tsche Bank ha aumentato lo spread sui mutui a tasso fisso fino a 10 punti base su acqui­sto o ristrutturazione. 

I clienti 

Gli operatori raccontano di un rallentamento delle richieste da parte delle famiglie. L'incer­tezza causata dal contesto in­ternazionale sta frenando il progetto del mutuo per la ca­sa. Ci sono pero due velocita sul mercato. «Mentre il seg­mento dei mutui per i giovani va di corsa - dice Bertolino -. Con lo scoppio della guerra ab­biamo visto un calo delle domande in arrivo da chi ha più di 36 anni, la fascia che non be­neficia delle agevolazioni del governo». 

«I mutui Under 36 sono sta­ti una vera rivoluzione per il mondo del credito - afferma Ivano Cresto, Managing Direc­tor Prodotti finanziari di Faci­le.it - e fino a pochi mesi fa rap­presentavano ben oltre la me­tà delle richieste di finanzia­mento che trattavamo. Oggi c'è stata una normalizzazione ma a tutt􀀐oggi le richieste di mutui Under 36 rappresenta­no la metà di quelle totali».

Trova il tuo mutuo
Mutuo richiesto
  €
Durata
 anni
Valore immobile
  €
Cerca mutuo
© 2010-2022 FairOne S.p.A. - P. IVA 06936210969 
- Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM n. M215 - MutuiSupermarket.it è un servizio a Impatto Zero ©
Richiesto – Calcolalo ora