Vade retro surroga

Trova il tuo mutuo
Importo mutuo
Durata
Valore immobile
Vade retro surroga
Condividi su:
Milano Finanza

Visualizza l'articolo originale in PDF
Pubblicato il

Piùmutui per acquisto casa, piùtassovariabile, piùconvenienza e menosurroghe. Sonoquesti i quattropilastrichehannocaratterizzatol’andamento del mercatodeimutuineipriminovemesidell’anno. Èquanto emerge dallanuovaedizionedellaBussolaMutui, ilbollettinotrimestralefirmatodaCrif e da MutuiSupermarket.it. Partendodalprimopunto, anche se la ripresadellerichiestedimutuievidenziauna forte ripresaormaida un paiod’anni, con crescita a due cifre (+59% neipriminovemesi del 2015 rispetto a un anno prima), in realtà la quota destinata solo all’acquistofinorasi era mossa con maggiorcautela, almenorispettoai trend mostratidafinanziamenti a finidiristrutturazione, liquidità e soprattuttosurroga. Quest’ultimosegmento in particolare, principalearteficedellaripresa del comparto, solo direcente, cioènelcorso del terzotrimestre 2015, ha cominciato a dare segnalidiindebolimento con unaprogressivariduzionedelladomanda.

A rafforzare la voglia di comprar casa degli italiani (testimoniata dal balzo dell’8,2% delle compravendite nel secondo trimestre dell’anno) ha ovviamente contribuito l’aspettativa di una ripresa economica alle porte e le conseguenti migliori prospettive reddituali per le famiglie. Ma anche un ulteriore miglioramento dell’offerta che, a tassi ai minimi storici, in alcuni casi addirittura negativi, ha abbinato un progressivo ridimensionamento degli spread, ormai vicinissimi ai livelli pre crisi. Nel terzo trimestre i migliori spread per un mutuo a tasso variabile e fisso si sono attestati all’1,6 e all’1,1% rispettivamente dall’1,7 e 1,3% del trimestre precedente. E la discesa non dovrebbe essere ancora finita visto che il periodo ottobre-dicembre rappresenta il trimestre chiave in cui i principali gruppi bancari consolidano i risultati dell’anno in corso e impostano le strategie per il successivo. 

Le preferenze degli italiani però nell’ultimo periodo si sono nuovamente orientate verso i mutui a tasso variabile: dopo essersi ridotto dal 73% del totale preferenze nel secondo trimestre 2014 al 50% nel secondo trimestre 2015, nel terzo trimestre i prodotti indicizzati hanno invertito la rotta risalendo al 58% del totale delle richieste, a causa soprattutto dell’aumento dei tassi di riferimento Irs (cui sono parametrati i mutui a tasso fisso) passati dallo 0,70% dell’aprile 2015 all’1,50% odierno sulla scadenza a 20 anni e movimenti analoghi si registrano sulle altre scadenze.

Infine, continua a contrarsi l’importo medio dei mutui, 122 mila euro contro i 140 mila del 2010, a causa sia dei prezzi più ridotti delle case sia a una minore propensione al rischio da parte delle famiglie che vogliono contenerne al massimo il peso della retta rispetto al reddito mensile.

Trova il tuo mutuo
Mutuo richiesto
  €
Durata
 anni
Valore immobile
  €
Cerca mutuo
© 2010-2020 FairOne S.p.A. - P. IVA 06936210969 
- Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM n. M215 - MutuiSupermarket.it è un servizio a Impatto Zero ©
Richiesto – Calcolalo ora