IRS

Trova il tuo mutuo
Importo mutuo
Durata
Valore immobile

Interest Rate Swap (IRS) è un contratto con il quale due controparti decidono di scambiarsi, per un periodo di tempo prestabilito, i flussi finanziari dovuti a titolo di interesse su un capitale di riferimento, detto "valore nozionale". In particolare, una controparte riceve un tasso fisso, immutato per tutta la durata del contratto mentre l'altra riceve un tasso variabile, solitamente parametrato all'Euribor, calcolato con cadenza normalmente semestrale o trimestrale.

In altri parole, l'IRS è economicamente assimilabile all'accensione contestuale di un deposito e di un finanziamento: il deposito è a tasso variabile (o fisso), mentre il finanziamento è a tasso fisso (o variabile); tuttavia, diversamente da quanto avviene nel caso della contemporanea attivazione di un deposito e di un finanziamento, l'IRS non attiva uno scambio di capitali in quanto l'oggetto dell'accordo è il differenziale tra i due tassi di interessi (da cui la definizione di coupon swap).

I parametri chiave dell'IRS sono i seguenti:

  • Capitale di riferimento (o Valore nozionale);
  • Durata del contratto;
  • Data di stipula del contratto;
  • Data di inizio (può differire dalla data di stipula);
  • Data di scadenza (superiore all'anno);
  • Data di pagamento dei flussi;
  • Parametro di indicizzazione;
  • Accordo tra le parti: in altre parole, chi paga il fisso e chi paga il variabile.

Rispetto a quest'ultimo parametro, si definisce acquirente chi si obbliga a pagamenti a tasso variabile ricevendo in cambio quelli a tasso fisso: pertanto ha una "posizione lunga" sul contratto (long swap position); viceversa, il venditore paga il tasso fisso in cambio del variabile, assumendo una posizione corta (short swap position).

Una banca che offre ad un cliente un Mutuo a Tasso Fisso assume una "posizione lunga", in quanto riceve il tasso fisso e si obbliga a pagamenti variabili; dovrà, dunque, provvedere a tutelare il capitale che impegna ricorrendo a speciali accordi (swap) con soggetti disposti ad affrontare il rischio speculativo derivante da tale esposizione. Il tasso con cui tale accordo si conclude determina il valore dell'I.R.S.: all'aumentare della durata dell'accordo (coincidente con la durata del mutuo), aumenterà il tasso IRS.

Per guadagnare sul mutuo erogato, di conseguenza, la banca dovrà incassare dal mutuatario il tasso IRS da destinare al contratto swap, maggiorato di una quota che rappresenta il guadagno dell'istituto: il cosiddetto Spread. Ecco dunque spiegata la formula ormai nota: Tasso Fisso = IRS + Spread.

Trova il tuo mutuo
Mutuo richiesto
  €
Durata
 anni
Valore immobile
  €
Cerca mutuo
© 2010-2019 FairOne S.p.A. - P. IVA 06936210969 
- Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM n. M215 - MutuiSupermarket.it è un servizio a Impatto Zero ©
Richiesto – Calcolalo ora