Il mercato immobiliare continua la sua crescita

Trova il tuo mutuo
Importo mutuo
Durata
Valore immobile
Il mercato immobiliare continua la sua crescita
Condividi su:
NOTIZIE MUTUO
- di |
Il mercato immobiliare continua la sua crescita

Dall’Osservatorio del Mercato Immobiliare dell’Agenzia delle Entrate ci vengono fornite le statistiche del primo trimestre 2022 che mostrano una crescita sulle compravendite immobiliari del 12% rispetto al I trimestre 2021. Quindi il mercato residenziale in Italia nel primo trimestre del 2022 si conferma positivo con oltre 181 mila compravendite, quasi 20 mila in più rispetto allo stesso trimestre del 2021.

Se guardiamo a queste statistiche su base mensile del primo trimestre 2022, confrontati con gli stessi mesi del 2021, si nota un gennaio sottotono (+4,3%) e un’accelerazione degli scambi nei mesi di febbraio (+16,1%) e marzo (+13.8%). La crescita maggiore si è avuta a marzo dei comuni capoluogo del Nord Ovest che hanno registrato una crescita del 23%, con Milano che guida la classifica delle grandi città segnando un +36%.

Da questa indagine emerge anche che le compravendite sono cresciute di più per le case di dimensioni più piccole in particolare fino a 50mq +13,9% e fino a 85 mq +14,5% che, insieme, rappresentano quasi il 40% del totale delle compravendite.

Le compravendite assistite da mutuo sono state il 51,9% del totale in diminuzione rispetto al 52,4% del I trim 2021, ma in crescita rispetto al 48,5% del IV trim 2021.

I mutui

La crescita delle compravendite è stata supportata dai mutui dedicati ai giovani under 36 assistiti dalla garanzia del Fondo Garanzia Prima Casa Consap. Questi mutui, secondo i dati dell’Osservatorio MutuiSupermarket, hanno visto crescere la loro quota sul totale erogazioni arrivando a rappresentare nel primo trimestre 2022 il 24% del totale erogazioni sul canale online e il 30% nel secondo trimestre.

Lato domanda, la crescita degli indici IRS, che rappresentano il costo del denaro per i mutui a tasso fisso, ha portato ad uno spostamento della domanda di mutuo dal tasso fisso verso il variabile e il variabile con cap. Se fino a marzo la domanda di mutui a tasso fisso rappresentava il 94% del totale, nel mese di giugno il suo peso si è ridotto al 60% in favore del variabile che è cresciuto fino al 22% nel mese di giugno e al variabile con cap che nel mese corrente rappresenta il 16% delle richieste.

Il tasso variabile con cap risulta il tipo di tasso con la crescita maggiore e nel mese di giugno il mutuo più richiesto su MutuiSupermarket è stato particolare il Mutuo Domus Variabile con CAP di Tasso che prevede delle soglie CAP simili e spesso inferiori ai tassi applicati a mutui a tasso fisso da parte dell’istituto bancario stesso, canalizzando le richieste di fatto le richieste degli utenti interessati alla sicurezza della rata offerta dal tasso fisso.

Trova il tuo mutuo
Mutuo richiesto
  €
Durata
 anni
Valore immobile
  €
Cerca mutuo
© 2010-2022 FairOne S.p.A. - P. IVA 06936210969 
- Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM n. M215 - MutuiSupermarket.it è un servizio a Impatto Zero ©
Richiesto – Calcolalo ora