Consulenza gratuita

800 901 900

Se vuoi chiamiamo noi

Condividi su:

Mutui e Assicurazioni: minori detrazioni per i contribuenti

Trova il tuo mutuo

€ 

News mutui
News mutui
Mutui e Assicurazioni: minori detrazioni per i contribuenti

Mutui e Assicurazioni: minori detrazioni per i contribuenti

Mutui e Assicurazioni: minori detrazioni per i contribuenti
cornice immagine news


Le coperture assicurative che possono essere associate ai mutui sono molteplici: alcune sono obbligatorie come la copertura del rischio di scoppio o incendio dell’immobile a garanzia del mutuo, altre sono facoltative. Le assicurazioni facoltative associabili ai mutui tutelano il mutuatario assicurato dai seguenti rischi:

  • Rischio morte
  • Rischio invalidità permanente
  • Rischio perdita dell’impiego
  • Rischio invalidità temporanea

Solitamente in caso di morte o invalidità permanente la prestazione garantita dalle compagnie assicurative è il rimborso del capitale residuo del mutuo e quindi l’estinzione del mutuo stesso. Nel caso di perdita dell’impiego o invalidità temporanea l’assicurazione prevede il pagamento delle rate del mutuo per un periodo limitato di tempo.

Negli ultimi anni la percentuale di mutui assistiti da coperture assicurative facoltative è in continua crescita: le politiche di credito e commerciali di molte banche hanno portato ad un aumento del cross-selling assicurativo. Ma quali sono le ragioni di questo fenomeno? Il collocamento di coperture assicurative associate ai mutui porta diversi benefici alle banche italiane:

  • Riduzione del rischio di credito: un mutuatario assicurato rimborserà il mutuo regolarmente con una maggiore probabilità in quanto, anche in caso di sinistri vi sarà l’assicurazione ad assisterlo.
  • Aumento dei ricavi: se le banche collocano come intermediari un prodotto assicurativo vengono remunerate dalle compagnie assicurative per l’attività di intermediazione con una percentuale che oscilla mediamente tra il 20% e il 60% del premio della polizza

I mutuatari assicurati oltre a garantire sé stessi e le proprie famiglie sottoscrivendo delle coperture assicurative facoltative hanno potuto beneficiare in alcuni casi anche della detrazione fiscale di parte del premio assicurativo. Fino al 2012 il 19% del premio delle assicurazioni per il rischio morte e invalidità permanente era detraibile dall’IRPEF fino ad un massimo di € 1.291,14. Contestualmente alla cancellazione della prima rata dell’IMU il governo ha dimezzato il massimale annuo detraibile per tali polizze portandolo per il 2013 a € 630 e dal prossimo anno a € 230.

Che impatti avrà questo provvedimento sulle politiche commerciali delle banche? Probabilmente cambieranno le modalità di pagamento dei premi assicurativi: si passerà dalle polizze a premio unico pagato alla stipula del mutuo ad assicurazione che prevedono il pagamento di un premio annuale.  Facciamo un esempio: una polizza vita associata a un mutuo di € 200.000 in 25 anni ha un premio unico di € 4.600, su tale premio sarà possibile detrarre solo € 230 con i nuovi massimali previsti dalla legge. Per lo stesso mutuo, una polizza con premi annuali costerebbe mediamente € 186 all’anno: € 320 per il primo anno e poi il premio decresce in funzione del capitale residuo di mutuo al pagamento dei premi successivi come nel grafico seguente. In questo caso il mutuatario ha diritto a detrarre ogni anno il 19% dei premi pagati con un risparmio fiscale di € 883.
 

Premi e detrazioni annuali per una polizza vita associata a un mutuo di € 200.000 in 25 anni

Premi e detrazioni annuali per una polizza vita associata a un mutuo di € 200.000 in 25 anni

Trova il tuo mutuo
Mutuo richiesto
  €
Durata
anni
Valore immobile
  €
Cerca mutuo
© 2010-2017 FairOne S.p.A. - P. IVA
- Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM n. M215 - MutuiSupermarket.it è un servizio a Impatto Zero ©
Richiesto – Calcolalo ora