IRPEF

Trova il tuo mutuo
Importo mutuo
Durata
Valore immobile

IRPEF è la sigla che identifica l'Imposta sul Reddito delle PErsone Fisiche: un'imposta diretta istituita nel 1974 con la riforma del sistema tributario italiano, attualmente disciplinata dal Titolo I del D.P.R. 917/1986 (noto come T.U.I.R., acronimo di Testo Unico delle Imposte sui Redditi); le caratteristiche principali possono essere così sintetizzate:

  • PERSONALE: rientrano tra i soggetti passivi le persone fisiche residenti in Italia per tutti i redditi posseduti (secondo il principio del cosiddetto "world-wide taxation principle"), le persone fisiche non residenti per i soli redditi prodotti sul territorio nazionale(secondo il principio del cosiddetto "source taxation principle") e le società di persone - altri enti assimilati - i cui redditi sono imputati, in base al principio di trasparenza, direttamente ai soci (soggetti passivi d'imposta), indipendentemente dall'effettiva percezione, secondo la loro quota di partecipazione agli utili prodotti dalla società stessa (disciplina oggi utilizzata anche per i soci delle società di capitali che abbiano adottato la cosiddetta "tassazione per trasparenza" qualora ne ricorrano le condizioni);
  • PROGRESSIVA: si ispira al criterio dell'equità verticale attraverso il sistema degli scaglioni di reddito, ai quali vengono applicate aliquote crescenti;

La struttura dell'IRPEF rappresenta una sorta di sintesi giuridica tra i due modelli di imposizione sul reddito storicamente utilizzati nel nostro Paese: quello reale rappresentato dall'imposta di ricchezza mobile (o delle imposte cedolari) e quello personale progressivo dell'imposta complementare, per i contribuenti a reddito più elevato.

Il presupposto dell'IRPEF è il possesso di redditi in denaro o in natura rientranti nelle seguenti categorie, espressamente previste dal legislatore:

  • redditi fondiari;
  • redditi di capitale;
  • redditi di lavoro dipendente;
  • redditi di lavoro autonomo;
  • redditi di impresa;
  • redditi diversi.

La somma algebrica di tutti i redditi di categoria determina il reddito complessivo, il cui ammontare consente di individuare l'aliquota associata e quindi l'importo (lordo) dell'imposta. Di seguito le aliquote da utilizzare per il calcolo relativo all'anno 2013.

REDDITO IMPONIBILEALIQUOTAIRPEF (LORDA)
fino a € 15.00023%23% del reddito
oltre € 15.000 e fino a € 28.00027%€ 3.450 + 27% sulla parte eccedente € 15.000
oltre € 28.000 e fino a € 55.00038%€ 6.960 + 38% sulla parte eccedente € 28.000
oltre € 55.000 e fino a € 75.00041%€ 17.220 + 41% sulla parte eccedente € 55.000
oltre € 75.00043%€ 25.420 + 43% sulla parte eccedente € 75.000

È importante sottolineare che nella determinazione dell'imposta su base unitaria (IRPEF NETTA), al fine di garantire il principio di personalità, sono previste deduzioni e detrazioni: tassativamente previste dalla legge, sono accomunate dalla finalità agevolativa con la differenza che le deduzioni sono scomputate dalla base imponibile risultante dalla sommatoria dei redditi, mentre le detrazioni dall'ammontare (lordo) dell'imposta.

Un possibile esempio di deduzione (da lavoro e da pensione) era rappresentato dalla cosiddetta "no-tax area": un valore di reddito al di sotto del quale la persona risulta esente da imposizione fiscale; tuttavia, con la Legge Finanziaria del 2007, il meccanismo sottostante è stato trasformato in equivalenti detrazioni d'imposta.
Queste ultime garantiscono un diverso trattamento fiscale dei redditi, affrontando il problema di equità orizzontale che ne ha determinato l'introduzione; ne esistono, fondamentalmente, cinque tipi:

  • Detrazioni per fonte del reddito;
  • Detrazioni per carichi di famiglia;
  • Detrazioni con finalità di incentivazione;
  • Detrazioni per oneri personali;
  • Detrazioni per canoni di locazione e mutui.

Un esempio di calcolo, utile alla comprensione degli aspetti più pratici, è riportato di seguito.
Ipotizzando di percepire un reddito complessivo pari a € 20.000, con deduzioni (spesso indicati come Oneri deducibili) pari a € 1.000 e detrazioni d'imposta pari a € 2.000, per la determinazione dell'IRPEF sono necessari i passaggi seguenti:

  1. Reddito Imponibile (o base imponibile) = Reddito Complessivo - Oneri deducibili = € 19.000
  2. Applicazione delle aliquote (23% fino a €15.000, 27% per l'eccedenza) e calcolo dell'IRPEF lorda
    0,23 * € 15.000 + 0,27 * € 4.000 (€19.000 - €15.000) = € 3.450 + € 1.080 = € 4.530
  3. IRPEF NETTA = IRPEF lorda - Detrazioni d'imposta = € 4.530 - € 2.000 = € 2.530
Trova il tuo mutuo
Mutuo richiesto
  €
Durata
 anni
Valore immobile
  €
Cerca mutuo
© 2010-2020 FairOne S.p.A. - P. IVA 06936210969 
- Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM n. M215 - MutuiSupermarket.it è un servizio a Impatto Zero ©
Richiesto – Calcolalo ora