Consulenza gratuita

800 901 900

Se vuoi chiamiamo noi

Condividi su:

Mutui e prima casa: i giovani incentivati a compare

Trova il tuo mutuo

€ 

News mutui
News mutui
Mutui e prima casa: i giovani incentivati a compare

Mutui e prima casa: i giovani incentivati a compare

Mutui e prima casa: i giovani incentivati a compare
cornice immagine news


Per i giovani italiani il mutuo è spesso un miraggio? Ad oggi probabilmente l’acquisto della prima casa è tra le difficoltà maggiori che si incontrano. Un capitale a disposizione per la caparra è difficile avere. I genitori non sono meno disponibili a contribuire, ma sempre più di frequente preferiscono investire le risorse di cui dispongono per aiutare i figli ad avviare un’attività piuttosto che a comprare un’abitazione. E un mutuo richiede una serie di garanzie di cui non sempre si è in possesso. 

Ma c’è un forte ritorno d’interesse da parte della clientela più giovane, che ha compreso come la situazione attuale dei tassi difficilmente si ripresenterà nei prossimi decenni. I giovani hanno bisogno di essere aiutati (dalle banche) con soluzioni finanziarie innovative, che consentano di accedere al sogno della casa di proprietà, senza rinunciare agli altri progetti fondamentali per la crescita e per mettere le basi del futuro benessere economico della giovane famiglia. Coronare da subito il sogno di comprare casa si può, pagando una quota mensile per una casa di proprietà che è inferiore a quella di un affitto. Considerando il livello dei tassi dei mutui, ai minimi storici, e il prezzo delle case che non è ancora risalito dopo la discesa degli ultimi anni, questo scenario permette ai giovani di cogliere un’opportunità irripetibile.

Le famiglie di nuova formazione possono essere il motore del mercato immobiliare. Per questo motivo, agevolazioni fiscali e fondi di garanzia sono stati pensati per rendere semplice l'operazione. Proprio per sostenere i giovani a mettere su casa, negli ultimi anni sono stati avviati alcuni strumenti legislativi. Il fondo per l’acquisto prima casa è stato istituito dalla legge di Stabilità 2014. È gestito dalla Consap e prevede il rilascio di una garanzia alla banca che eroga il mutuo pari al 50% del debito residuo del finanziamento qualora il debitore si mostrasse inadempiente. In questo modo, il rischio di perdita per la banca diminuisce molto e aumentano le possibilità di ottenere il benestare al finanziamento. Chiunque può accedere a fondo, ma il regolamento prevede che sia data la precedenza alle persone con meno di 35 anni e titolari di un contratto di lavoro atipico e ai nuclei familiari monogenitoriali. Il mutuo non può superare l’importo di 250 mila euro; le caratteristiche del finanziamento (tasso, durata, tipologia) sono liberamente contrattabili tra banca e cliente. Inoltre, chiunque acquisti mobili o grandi elettrodomestici nel corso di una ristrutturazione immobiliare può ottenere la detrazione Irpef, suddivisa in dieci anni, del 50% della spesa sostenuta con un tetto di 10 mila euro. Per le coppie che acquistano casa, purché almeno uno dei due componenti abbia meno di 35 anni, è possibile in alternativa usufruire di un bonus sempre del 50%, calcolato su un massimo di 16 mila euro per l’acquisto di mobili. All’agevolazione si ha diritto anche se non si compiono lavori di ripristino dell’appartamento. Se non interverrà una probabile proroga, per ottenere il bonus bisogna comprare casa entro il 31 dicembre prossimo. Si deve essere sposati o poter autocertificare che si convive sotto lo stesso tetto da almeno tre anni. Insomma, Casa? E’ Possibile!

Trova il tuo mutuo
Mutuo richiesto
  €
Durata
anni
Valore immobile
  €
Cerca mutuo
© 2010-2016 FairOne S.p.A. - P. IVA
- Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM n. M215 - MutuiSupermarket.it è un servizio a Impatto Zero ©
Richiesto – Calcolalo ora