Osservatorio mutui: come si chiude il 2021?

Trova il tuo mutuo
Importo mutuo
Durata
Valore immobile
Osservatorio mutui: come si chiude il 2021?
Condividi su:
NOTIZIE MUTUO
- di |
Osservatorio mutui: come si chiude il 2021?

La quota di mercato dei mutui prima casa cresce ancora, nonostante lo spettro del rialzo dei tassi. Gli indici restano stabili, se non in discesa e la domanda è positivamente condizionata dai mutui giovani Consap.

Osservatorio mutui: prospettive 2022

Inflazione che sembra sempre di più essere strutturale e non passeggera, ipotesi di rialzo dei tassi, questi i due temi che di fatto condizionano la discussione attorno ai mutui  prima casa. La Banca centrale europea per il 2022 rassicura tutti definendo "improbabile" una crescita dei tassi. Rassicurazioni che a dicembre hanno inciso sui mutui, con il costo che si è addirittura ridotto di pochi punti base, dal momento che nel mese di novembre l'indice IRS si è contratto di un po' più di 10 punti base rispetto a ottobre.
La media delle rilevazioni mensili dell’indice di riferimento per i mutui a tasso fisso IRS a 20 anni nel mese di dicembre 2021 registra infatti un calo (-0,05%) attestandosi a 0,34%. Ricordiamo che il minimo negli ultimi dodici mesi, pari a 0,01%, è stato registrato a dicembre 2020.
Per quanto concerne i mutui a tasso variabile nel mese di dicembre 2021 l'Euribor a 3 mesi registra una media di -0,57% stabile rispetto al mese precedente.

Osservatorio mutui: analisi dell'offerta

Analizzando l'offerta, emerge che alcune banche hanno applicato delle variazioni alle loro offerte nel mese di divembre:

  • Intesa Sanpaolo ha ridotto i tassi fissi tra i 5 e i 10 punti base;
  • Banco BPM e Webank hanno aumentato gli spread sui mutui a tasso fisso con finalità acquisto tra i 5 e i 15 punti base;
  • Credem ha aumentato gli spread sui mutui a tasso fisso fino a 14 punti base;
  • BNL ha ridotto i tassi fissi per i mutui acquisto fino a 10 punti base e ha ridotto gli spread sui mutui acquisto a tasso variabile fino a 15 punti base;
  • Widiba ha aumentato fino a 17 punti base gli spread sui mutui a tasso fisso con finalità acquisto.

Gli istituti di credito di fatto contribuiscono attivamente nella finalizzazione dell’acquisto della casa, mostrandosi ben disposte a puntare sulle erogazioni di finanziamenti per l'acquisto degli immobili.
Vediamo le condizioni migliori offerte per un’operazione di acquisto prima casa a tasso fisso e a tasso variabile effettuata da un impiegato a tempo indeterminato di 34 anni con un reddito mensile di 2.400 euro su un immobile situato a Milano del valore di 220.000 euro, con un importo richiesto di 140.000 euro e la durata del mutuo 20 anni.
Per quanto concerne le offerte di mutuo a tasso fisso, tra le prime 5 troviamo:

  • Credem, TAN 0,57%, rata 617,35 euro e TAEG 0,85%;
  • Credit Agricole, TAN 0,72%, rata 626,52 euro e TAEG 0,91%;
  • BNL, TAN 0,80%, rata 631,44 euro e TAEG 0,97%;
  • Banco BPM, TAN 0,88%, rata 636,38 euro e TAEG 0,99%;
  • Intesa Sanpaolo, TAN 0,90%, rata 637,63 euro e TAEG 1,00%.

Passando al tasso variabile, troviamo:

  • Intesa Sanpaolo, TAN 0,27%, rata 599,29 euro e TAEG 0,37%;
  • Banco BPM, TAN 0,47%, rata 610,99 euro e TAEG 0,57%;
  • Credit Agricole, TAN 0,43%, rata 608,58 euro e TAEG 0,61%;
  • Webank, TAN 0,57%, rata 617,05 euro e TAEG 0,63%;
  • Credem, TAN 0,36%, rata 604,49 euro e TAEG 0,64%.

Osservatorio mutui: analisi della domanda

Per quanto riguarda la domanda, nel mese di novembre la quota di mercato della domanda di acquisto che ha toccato l'80%, con una accelerazione del desiderio di comprare casa plausibilmente attribuibile alla pandemia e con il sostegno ai mutui per i giovani che incide in maniera considerevole. La domanda di mutui acquisto dei giovani under-36 a novembre ha rappresentato il 56% delle richieste di acquisto.
La crescita consistente da parte dei giovani nella seconda metà del 2021 ha portato nel 3° trimestre ad un forte aumento dei richiedenti con reddito mensile fino a 2.000 euro. Nel 4° trimestre (sebbene non si sia ancora concluso), si è tuttavia rilevato un primo ritorno verso la normalità con una nuova crescita dei richiedenti con redditi mensili superiori ai 2.500 euro.

Trova il tuo mutuo
Mutuo richiesto
  €
Durata
 anni
Valore immobile
  €
Cerca mutuo
© 2010-2022 FairOne S.p.A. - P. IVA 06936210969 
- Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM n. M215 - MutuiSupermarket.it è un servizio a Impatto Zero ©
Richiesto – Calcolalo ora