Tasso Fisso o Variabile?

 

I tassi mutuo in pillole

Tasso Fisso
Il tasso di interesse del mutuo viene fissato subito e non varia per tutta la durata del finanziamento. Il vantaggio è quello di avere certezza sull’importo della rata, che resta sempre lo stesso, mentre lo svantaggio sta nel fatto che il tasso di interesse è superiore a quello del variabile.

Tasso Variabile
Come dice il nome, si tratta di un tasso che si modifica nel tempo in base all’andamento dell’indice Euribor e che, pertanto, non offre garanzie sull’importo della rata. Se anche è molto più basso del tasso fisso all’atto della stipula, la sua evoluzione può far lievitare anche di molto l’importo della rata.

Tasso variabile con CAP
Il mutuo a tasso variabile con CAP è una forma ibrida. Il CAP prevede la soglia oltre la quale il tasso variabile si trasforma in fisso. Questo tipo di mutuo offre il vantaggio di sfruttare i tassi convenienti del variabile mettendo un limite - il CAP, appunto - all’aumento dei tassi di interesse.

Trova il tuo mutuo
Importo mutuo
Durata
Valore immobile

Top 5 Mutui Acquisto

MutuiSupermarket Choice
PIÙ RICHIESTI
1
Mutuo Domus Giovani – Fondo garanzia ... Intesa Sanpaolo - Tasso Variabile
2
Mutuo Domus Fisso – Offerta Mutuo ... Intesa Sanpaolo - Tasso Fisso
3
Credem Fisso Credem - Tasso Fisso
4
Mutuo Base Credit Agricole - Tasso Fisso
5
Mutuo Domus Variabile CAP di Tasso Intesa Sanpaolo - Tasso Variabile con cap
di | 29 giugno 2022
Per molto tempo l’unica risposta possibile a questa domanda che tutti si pongono al momento della scelta del mutuo era la seguente: non esiste un tasso migliore in assoluto, ogni tasso ha i suoi pro e contro. A partire dal 2018 l’andamento degli indici di riferimento ha reso il tasso fisso una scelta praticamente obbligata, ma nelle ultime settimane lo scenario è nuovamente cambiato, e con esso anche la risposta alla fatidica domanda.

In questo particolare momento, il tasso variabile con CAP rappresenta senza dubbio la scelta più conveniente per chi deve stipulare un mutuo. Vediamo perché.
Mutui prima casa giovani più semplici con i fondi CONSAP
I tassi mutuo in pillole
Tasso Fisso o Variabile?
Tasso Fisso
Il tasso di interesse del mutuo viene fissato subito e non varia per tutta la durata del finanziamento. Il vantaggio è quello di avere certezza sull’importo della rata, che resta sempre lo stesso, mentre lo svantaggio sta nel fatto che il tasso di interesse è superiore a quello del variabile.

Tasso Variabile
Come dice il nome, si tratta di un tasso che si modifica nel tempo in base all’andamento dell’indice Euribor e che, pertanto, non offre garanzie sull’importo della rata. Se anche è molto più basso del tasso fisso all’atto della stipula, la sua evoluzione può far lievitare anche di molto l’importo della rata.

Tasso variabile con CAP
Il mutuo a tasso variabile con CAP è una forma ibrida. Il CAP prevede la soglia oltre la quale il tasso variabile si trasforma in fisso. Questo tipo di mutuo offre il vantaggio di sfruttare i tassi convenienti del variabile mettendo un limite - il CAP, appunto - all’aumento dei tassi di interesse.

Il tasso di interesse di un mutuo è legato all’andamento degli indici di riferimento del tasso fisso (IRS) e variabile (Euribor), ai quali si somma la percentuale di guadagno dell’istituto di credito (spread).

Tra il 2019 e il 2021 il tasso IRS si è sempre mantenuto al di sotto dell’1,3% e per molti mesi è rimasto praticamente a zero, permettendo la stipula di mutui a 30 anni molto convenienti, con TAEG fino al 2,5%. Il calo dell’Euribor e quindi dei tassi variabili è iniziato prima, alimentando il fenomeno della surroga a più riprese e giungendo alla vera e propria anomalia dei tassi negativi. Ancora a giugno 2022 il tasso Euribor risulta negativo, sebbene il trend degli ultimi mesi e il contesto economico generale, caratterizzato dall’aumento dell’inflazione e dei tassi BCE già annunciati e programmati per settembre, non lasciano dubbi sul fatto che ben presto i tassi negativi saranno un ricordo, e che lo resteranno probabilmente molto a lungo.

Come conseguenza, i TAEG dei mutui a tasso fisso hanno già superato la soglia psicologica del 2,5%, mentre i mutui a tasso variabile perdono di appeal perché, a dispetto dei TAEG ancora abbondantemente al di sotto dell’1%, prospettano un aumento significativo della rata nel corso dei prossimi mesi.

In questo contesto, alcune banche hanno attivato prodotti che offrono tutti i vantaggi immediati del tasso variabile ancora basso, neutralizzando però il rischio di un aumento eccessivo della rata in futuro grazie al CAP, meccanismo che mette un limite al tasso di interesse del mutuo a prescindere dall’evoluzione del mercato. Ebbene, in questo momento - ma non si sa per quanto, quindi carpe diem! - Intesa Sanpaolo ha previsto un mutuo a tasso variabile con CAP massimo del 2,60% per i mutui con LTV fino all’80%, sostanzialmente analogo se non inferiore al corrispondente tasso fisso offerto dalla stessa banca.

A ben vedere, un mutuo di questo tipo può essere visto come un tasso variabile che si trasforma in fisso - il valore del CAP - nel momento in cui l’indice Euribor sale fino al punto di risultare meno conveniente.

Questa soluzione, fortunatamente, è aperta anche agli under 36 che hanno accesso al fondo di garanzia CONSAP. Il repentino aumento del tasso IRS, infatti, ha finito per rendere insostenibile l’erogazione di mutui CONSAP a tasso fisso da parte delle banche, che non hanno modo di tenersi al di sotto dei tassi limite elaborati trimestralmente dalla Banca d’Italia. Per il mese di luglio 2022, ad esempio, il valore limite è fissato al 2,15%, ma già nel mese di giugno l’IRS ha toccato quota 2,5% e i mutui a tasso fisso più convenienti hanno comunque TAEG superiori al 2,5%.

Il mutuo a tasso variabile con CAP offre una possibilità unica e probabilmente irripetibile agli under 36 che accedono al fondo CONSAP: sfruttare i vantaggi del mutuo a tasso variabile finché sarà possibile e ritrovarsi, magari fra un paio d’anni, con una rata fissa al tasso di interesse di oggi.

Trova il migliore mutuo per l'acquisto prima casa Cerca
Trova il tuo mutuo
Mutuo richiesto
  €
Durata
 anni
Valore immobile
  €
Cerca mutuo

Le ultime recensioni dei nostri utenti

© 2010-2022 FairOne S.p.A. - P. IVA 06936210969 
- Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM n. M215 - MutuiSupermarket.it è un servizio a Impatto Zero ©
Richiesto – Calcolalo ora