Consulenza gratuita

800 901 900

Se vuoi chiamiamo noi

Condividi su:

Mutui acquisto casa: gli italiani prendono tempo

Trova il tuo mutuo

€ 

News mutui
News mutui
Mutui acquisto casa: gli italiani prendono tempo

Mutui acquisto casa: gli italiani prendono tempo

Mutui acquisto casa: gli italiani prendono tempo
cornice immagine news


Gli analisti del mercato dei mutui concordano nel ritenere che i problemi dell'attuale momento di mercato non riguardano l’offerta di credito o le condizioni economiche dei mutui, ma lo stato di salute della domanda e l’effettiva volontà delle famiglie italiane di "imbarcarsi" nel progetto casa. Gli italiani, sembra, si tengono in una posizione di cautela.

I mutui non sono mai stati così a "buon mercato". L'offerta è estremamente competitiva e ci sono tutti i presupposti perché il 2016 prosegua l'andamento del 2015 e si presenti  come un bell'anno sul fronte dei mutui. I tassi di interesse (sia fissi sia variabili) sono ai minimi storici. Gli spread di offerta sono molto convenienti, dopo una discesa continua di oltre 2 anni, a dimostrazione del fatto che le banche sono disposte ad aumentare le erogazioni. I prezzi degli immobili sui 5 anni 2010-2015 si sono ridotti mediamente del 16%, registrando quasi un -4% sul primo trimestre 2016. Infine, la legge di stabilità del 2016 ha cancellato la Tasi sulla prima casa e ha esteso le agevolazioni fiscali “prima casa”.

Se il 2016 è iniziato bene, con la domanda di mutui in aumento del 49%, si può ipotizzare che il trend al rialzo si stia sgonfiando e non è da scartare l’idea che fra qualche mese lo scenario diventi negativo. Così come non è da escludere che il 2016 si chiuda, in termini di nuove erogazioni, con un segno meno. Per poter accendere un mutuo ipotecario, servono risparmi considerevoli: con un valore medio dell'immobile da acquistare di 200.000 euro e una percentuale di intervento da parte della banca dell'80%, il nuovo mutuatario deve investire di tasca propria almeno 40.000 euro. E' evidente che non tutte le famiglie potenziali acquirenti dispongono di queste somme, soprattutto a causa della  crisi economica. C'è anche la “pressione psicologica”. L’aspirante mutuatario ha bisogno di sentirsi più solido in termini di redditi futuri per essere mentalmente sereno quando stipula un mutuo che impegna circa un 25-35% del suo reddito netto mensile per i prossimi 20-30 anni.

Trova il tuo mutuo
Mutuo richiesto
  €
Durata
anni
Valore immobile
  €
Cerca mutuo
© 2010-2017 FairOne S.p.A. - P. IVA
- Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM n. M215 - MutuiSupermarket.it è un servizio a Impatto Zero ©
Richiesto – Calcolalo ora