Sostituzione del mutuo

Trova il tuo mutuo
Importo mutuo
Durata
Valore immobile

La sostituzione del mutuo permette di ottenere un nuovo mutuo, passando ad una nuova banca e a condizioni migliori. Con la sostituzione ordinaria il mutuatario estingue del tutto il vecchio mutuo (ancora attivo) e stupula un nuovo contratto – per un importo pari o superiore al debito residuo (richiesta di liquidità aggiuntiva) – con un altro intermediario al fine di ottenere un netto miglioramento delle condizioni: in particolare, la convenienza deriva tipicamente dalla differenza tra i tassi di interesse applicati che generano una riduzione della rata (a parità di durata "residua") oppure una dimunuzione del numero complessivo di rate da versare (a parità di importo mensile).

La sostituzione non deve essere confusa con la surroga: quest'ultima, in base a quanto introdotto dal Decreto Bersani, è un'operazione gratuita mentre la sostituzione ordinaria prevede l'apertura di una nuova pratica di mutuo e, di conseguenza, tutte le spese ad essa associate (ad es. iscrizione nuova ipoteca).

Infine, per completezza, occorre tenere distinto anche il caso della rinegoziazione: quest'ultima, pur modificando le condizioni contrattuali del mutuo in essere (generalmente tipologia di tasso, durata, % di spread), non richiede la presenza di un notaio o pubblico ufficiale, visto che si concretizza con una semplice richiesta scritta del mutuatario alla banca mutuante.

Trova il tuo mutuo
Mutuo richiesto
  €
Durata
 anni
Valore immobile
  €
Cerca mutuo
© 2010-2019 FairOne S.p.A. - P. IVA 06936210969 
- Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM n. M215 - MutuiSupermarket.it è un servizio a Impatto Zero ©
Richiesto – Calcolalo ora