ICI

Trova il tuo mutuo
Importo mutuo
Durata
Valore immobile

L'imposta comunale sugli immobili, meglio nota come ICI, fu istituita nel 1992 in sostituzione della precedente imposta locale sulla proprietà immobiliare o INVIM.

L'ICI è un imposta diretta, reale, a carattere prevalentemente patrimoniale, definita a livello statale: nello specifico, lo Stato fissa un minimo ed un massimo dell'aliquota applicabile; tuttavia, ogni singolo Comune – destinatario del gettito e titolare del potere di liquidazione, accertamento e riscossione dell'imposta in relazione agli immobili situati in tutto o in parte sul territorio del comune stesso – fissa annualmente, in modo autonomo e indipendente, il valore dell'aliquota all'interno del range

Il presupposto dell'ICI è il possesso di fabbricati, aree fabbricabili e terreni agricoli, siti nel territorio dello Stato, a qualsiasi uso destinati, compresi quelli strumentali o alla cui produzione o scambio è diretta l'attività dell'impresa. I soggetti passivi sono il proprietario, o il titolare di altro diritto reale di godimento, il locatario in caso di locazione finanziaria, e il concessionario in caso di bene demaniale. L'imposta si applica a partire dal valore dell'immobile, stimato con regole parzialmente differenti per i fabbricati, i terreni agricoli, le aree fabbricabili (rendita catastale rivalutata).

Imposta a carattere periodico, è dovuta per il possesso dell'immobile in ogni anno solare; tuttavia, gli Artt. 7 e 8 del D.LGS. 504/1992 prevedono diverse fattispecie di esenzioni, riduzioni e detrazioni. In tal senso, l'art. 1 del D.L. 93/2008 ha disposto l'esenzione dall'ICI dell'unità immobiliare adibita ad abitazione principale (prima casa).

Dal 2012 è stata sostituita dall'Imposta MUnicipale propria (IMU).

Trova il tuo mutuo
Mutuo richiesto
  €
Durata
 anni
Valore immobile
  €
Cerca mutuo
© 2010-2019 FairOne S.p.A. - P. IVA 06936210969 
- Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM n. M215 - MutuiSupermarket.it è un servizio a Impatto Zero ©
Richiesto – Calcolalo ora