Consolidamento dell'ipoteca

Trova il tuo mutuo
Importo mutuo
Durata
Valore immobile

Il consolidamento dell'ipoteca – nell'iter che porta all'erogazione di un mutuo – è il momento vero e proprio in cui l'ipoteca diventa giuridicamente effettiva, quindi efficace.

Il notaio, infatti, può iscrivere l'ipoteca nei Registri Immobiliari della Conservatoria il giorno stesso del rogito ma per essere insensibile al fallimento dell'acquirente deve attendere un periodo di tempo per il suo consolidamento. In particolare, per i mutui fondiari il periodo di consolidamento è abbreviato in 10 giorni: pertanto, trascorsi dieci giorni dalla data dell'iscrizione, l'ipoteca si consolida automaticamente e la garanzia non è più soggetta all'eventuale fallimento dell'acquirente/mutuatario pubblicato in data successiva. Il notaio, quindi, dopo aver controllato che non vi siano fallimenti del soggetto mutuatario o altre iscrizioni ipotecarie precedenti, può comunicare per iscritto alla banca che l'ipoteca è consolidata (tipicamente "prima in grado").

Il consolidamento, difatto, rappresenta un diritto del creditore (mutuante) per preservarsi dal fallimento del debitore (mutuatario); nel caso di soggetti a rischio di fallimento, in particolare, le banche possono concedere il mutuo ma erogarlo in maniera differita, in attesa che la garanzia diventi effettiva: a differenza dell'erogazione definita "contestuale all'atto" dove è previsto che il funzionario della banca del mutuatario porti presso il notaio un assegno circolare, ovvero denaro contante, pari all'importo del mutuo direttamente in sede di rogito.

Trova il tuo mutuo
Mutuo richiesto
  €
Durata
 anni
Valore immobile
  €
Cerca mutuo
© 2010-2019 FairOne S.p.A. - P. IVA 06936210969 
- Iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM n. M215 - MutuiSupermarket.it è un servizio a Impatto Zero ©
Richiesto – Calcolalo ora